Mappe Indoor presto su iOS: Apple acquisisce WifiSLAM

 

Apple ha acquisito la società WifiSLAM per 20 milioni di dollari

Scritto da Simone Ziggiotto il 25/03/13 | Pubblicata in Apple | Archivio 2013

 

Apple ha acquisito la società WifiSLAM per 20 milioni di dollari. WifiSLAM sviluppa la tecnologia GPS indoor. Gli utenti iOS potranno avere le mappe degli interni degli edifici e ricevere le istruzioni per la navigazione indoor con una precisione del segnale GPS di 2,5 metri.

Il Wall Street Journal ha fatto sapere che la società di Cupertino Apple ha acquisito la compagnia WiFiSLAM, famosa azienda che si occupa dello sviluppo di tecnologie GPS di tipo indoor, ossia in grado di tracciare con precisione la posizione di un segnale GP anche internamente agli edifici.

Apple ha acquisito la società WifiSLAM per 20 milioni di dollari, ivi compresi tutti i brevetti della società della Silicon Valley.

Apple mappe

WifiSLAM, come suggerisce il nome, ha sviluppato un metodo per rintracciare la posizione di un dispositivo che si basa sulla raccolta dei segnali Wi-Fi provenienti dal router nell'edificio. Questo consente di avere una precisione del segnale GPS di circa due metri e mezzo.

Mentre 20 milioni di dollari di acquisizione non sono certo un grande numero rispetto ai soldi sborsati per altre importanti acquisizioni, e considerando le risorse finanziarie di Apple, l'acquisizione suggerisce chiaramente che la società di Cupertino è al lavoro per aggiungere nuove funzionalità al suo servizio Maps per dispositivi iOS.

Glu utenti di iOS, possiamo presupporre, saranno in grado di spostarsi all’interno degli edifici mappati e ricevere le istruzioni per muoversi tra le stanze semplicemente collegandosi ad una rete WiFi presente all’interno dell’edificio. Proprio come già Google fa con il suo servizio di mappe Indoor disponibile da alcuni mesi in Google Maps per alcuni territori.

Apple e mappe Indoor: perche' spendere 20mln

Con un investimento di circa 20 milioni di dollari per la rilevazione di WifiSLAM, possiamo solo aspettarci un salto di qualità delle mappe Apple, ad iniziare dall'introduzione del servizio di navigazione Indoor, su cui WifiSLAM si è da sempre concentrata. "WifiSLAM consente al tuo smartphone di individuare con precisione e in tempo reale la tua localizzazione (e quella dei tuoi amici) con una precisione di 2,5 metri" è riportato sul sito della startup, "utilizzando unicamente i segnali WiFi già presenti negli edifici."
 
Apple mappe
 
Più banalmente, WifiSLAM ha sviluppato una tecnologia attraverso la quale è possibile identificare l'esatta posizione di un dispositivo che viene connesso ad una rete Wi-Fi, con un margine di errore di massimo 2,5 metri. Questo, permette di sapere dove sta fisicamente un terminale anche all'interno degli edifici, superando quel limite che i tradizionali sistemi GPS ancora hanno - il raggio di errore è molto più grande quando è un satellite a dover agganciare il GPS del terminale.
 
Cosa possiamo quindi aspettarci da Apple?

 L'azienda di Cupertino potrà estendere i servizi proposti attraverso la sua applicazione Maps all'interno di alcuni edifici, permettendo quindi di guidare l'utente, per esempio, all'interno dei negozi nei centri commerciali, piuttosto che in musei, cinema e teatri.
 
Vi ricorda qualcosa? Si, è proprio come state pensando: questo è già possibile con Google Maps Indoor, il servizio attivo da alcuni mesi in alcuni dei più importanti edifici presenti in 12 paesi attualmente mappati.

Quella di Apple sembra solo essere una scelta obbligata, giusto per rimanere al passo della concorrenza di Big G a cui già altri servizi alternativi si stanno avvicinando - anche Bing Maps di Microsoft ha iniziato a sviluppare il proprio servizio Indoor, seppur con una copertura molto minore; senza dimenticare NokiaSony Samsung le quali si sono accordate tutte insieme per l'In-Location Alliance, un servizio comune ai tre produttori che uniscono le loro capacità per sviluppare un sistema che realmente sarà in grado di competere contro il servizio di mappatura indoor di Google.
 
Vi starete forse chiedendo questo: ma a che cosa ci servono le mappe Indoor? 

Per sapere dov'è il bagno mentre ci troviamo in un centro commerciale? Sì, anche. Ma ci sono diversi altri motivi per cui la mappatura Indoor ci può tornare utile. Ad esempio, sapere dove si trova un determinato negozio di una data marca, piuttosto che farci da guida in un museo, risparmiando quindi del tempo. Nella realtà dei fatti, tuttavia, dietro lo sviluppo delle mappe indoor ci sta sempre e solo lei: la pubblicità.

Un servizio di geolocalizzazione all'interno degli edifici permetterà di raccogliere informazioni su dove le persone vanno per la maggiore in un negozio, sempre prendendo come esempio un centro commerciale, piuttosto che promuovere all'utente offerte personalizzate mentre si sta avvicinando al negozio promotore.
 
Tirando le somme, avere in tasca un dispositivo in grado di segnalare la nostra posizione con un errore massimo di due metri e mezzo servirà solo a diminuire il livello della nostra privacy, in quanto le grandi aziende potranno tracciare con ancora più precisione la nostra posizione. L'unica soluzione è quella di non attivare alcun servizio di mappe indoor, fino a quando ci sarà possibile.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?