Apple, il marchio iPad mini non puo' essere registrato

 

Il marchio iPad Mini non può essere registrato: per l’ufficio brevetti la seconda parola fa riferimento ad una caratteristica del prodotto e può confondere i consumatori

Scritto da Simone Ziggiotto il 02/04/13 | Pubblicata in Apple | Archivio 2013

 

Il marchio iPad Mini non può essere registrato: per l’ufficio brevetti la seconda parola fa riferimento ad una caratteristica del prodotto e può confondere i consumatori. Intanto, in Cina, Tim Cook si scusa con i clienti attraverso una lettera ufficiale.

Dopo le recenti scuse che Tim Cook ha 'dovuto' fare ai propri clieti in Cina per problemi legati alla politica di Garanzia dei prodotti, un altro duro colpo per l'azienda di Cupertino arriva dagli Stati Uniti. Infatti, è risultato che il marchio iPad Mini non può essere registrato presso l'ufficio brevetti americano. A stabilirlo è lo stesso United States Patent and Trademark Office (USPTO).

Apple brevetto marchio iPad mini

Nel mese di marzo 2010 Apple ha acquisito il marchio 'iPad' da Fujitsu, il che assicurò il nome commerciale del prodotto negli Stati Uniti. Il marchio 'iPad' non è stato assicurato in Cina fino a quando non fu stabilito dal tribunale nel mese di novembre 2012. Oggi, Apple possiede il marchio 'iPad' in Cina e negli Stati Uniti, ma perché è l'avvocato Lee-Anne Berns della USPTO ora rifiuta la richiesta di Apple di registrare il marchio 'iPad Mini'?

Secondo l’ufficio brevetti statunitense, la parola 'mini' fa riferimento ad una caratteristica del prodotto e, dato che Apple ha già di fatto registrato il marchio iPad, il nome iPad Mini potrebbe generare confusione nei consumatori. Pertanto, il giudice ritiene che il marchio 'iPad Mini' non può essere registrato.

Secondo quanto riportato dal sito Patently Apple, la richiesta per la registrazione del nome fu presentata nello scorso ottobre 2012, ma la non accettazione della domanda risale a gennaio 2013, che è stata infine resa pubblica solo la scorsa settimana. L'azienda di Cupertino ha adesso sei mesi di tempo per presentare ricorso oppure cambiare il nome del prodotto.

Accade in Cina...
Nel frattempo, Apple si è dovuta scusare con i clienti cinesi per le politiche dei servizi in Cina. Le scuse sono arrivate dallo stesso amministratore delegato della società, Tim Cook, in una lettera pubblicata sul sito cinese di Apple. La lettera giunge dopo due settimane di attacchi alla Apple da parte dei media cinesi: Cupertino è stata accusata di non aver rispettato le politiche sulla garanzia di iPhone 4S e iPhone 4 per la sostituzione dei terminali in caso di guasto e di aver usato politiche di customer service penalizzanti per i clienti cinesi.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?