Apple espelle AppGratis dall'App Store

 

Una delle applicazioni più popolari di iOS domenica è stata buttata fuori dall'iTunes App Store

Scritto da Maurizio Giaretta il 10/04/13 | Pubblicata in Apple | Archivio 2013

 

Una delle applicazioni più popolari di iOS domenica è stata buttata fuori dall'iTunes App Store. Stiamo parlando di AppGratis, rea di violare il regolamento dello 'store' in due punti.

"All'inizio avevo pensato che fossimo stati vittime di un errore interno di comunicazione, ma non che fossimo finiti tra le applicazioni proibite [...] Le cose in passato sono sempre andate bene con Apple e pertanto mi era sembrato improbabile che l'azienda avesse cambiato idea così all'improvviso" scrive Simon Dawlat di AppGratis.

"sono quasi svenuto"

Tutto ciò e accaduto come un fulmine a ciel sereno, improvviso anche per il fatto che una settimana prima la società di Cupertino aveva approvato la versione per iPad dell'applicazione. Dopo essere venuto a conoscenza della notizia, il CEO ha confessato sul proprio blog di essere "quasi svenuto".

Lunedì il capo dell'app riceveva una telefonata da un responsabile del negozio online, il quale, non potendo fornire altri dettagli, continuava a ripetere che il motivo era legato alla violazione dei punti 2.25 e 5.6 del regolamente dell'App Store. Pochi mninuti dopo, il Wall Street Journal pubblicava un comunicato molto conciso di Apple che confermata che AppGratis era stata espulsa proprio per quel motivo.

Questi due punti del regolamento recitano che (punto 2.25) "le applicazioni che mostrano altre app per acquisto o a scopi promozionali al di fuori della propria in maniera simile a quella dell'App Store saranno rimosse" e che (punto 5.6) "le app non possono usare le notifiche Push per segnalare pubblicità, promozioni o attività di marketing di alcun genere".

Ora anche altre app con un modello di business simile a quello di AppGratis corrono ufficialmente il pericolo di venire vietate.

Lo scorso Dicembre era stata fatta fuori anche AppShopper per la violazione del punto 2.25.

Rimane da capire il motivo dell'improvvisa decisione da parte dei vertici della Mela.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?