Tim Cook: Apple scommette sui sensori biometrici

 

Apple conferma ancora una volta l'intenzione di virare verso i dispositivi hi-tech indossabili, definendoli "incredibilmente interessanti"

Scritto da Maurizio Giaretta il 29/05/13 | Pubblicata in Apple | Archivio 2013

 

Apple conferma ancora una volta l'intenzione di virare verso i dispositivi hi-tech indossabili, definendoli "incredibilmente interessanti".

Durante l'attesa intervista D11 organizzata dal Wall Street Journal, il CEO Tim Cook ha parlato ad ampio spettro del futuro della Mela morsicata senza celare l'interesse per i prodotti indossabili.

Nel corso della conversazione, Cook si è riferito anche ai Google Glass, gli occhialini 'intelligenti' basati su Android in fase di sviluppo da parte della rivale di Mountain View. Ha affermato che mancano di un ampio consenso.

Se i Glass di Google sono ben lontani dall'ottenere un consenso unanime, in quanto bisogna ancora adottare sistemi efficaci per far si che non diventino degli strumenti di invasione di massa della privacy, allora che direzione può prendere il mercato dei "wereable devices"?

Il settore dei dispositivi indossabili è pronto per essere esplorato

Il capo di Apple ha fatto subito riferimento ad applicazioni legate al mondo del benessere fisico. Un esempio è Nike FuelBand, una sorta di braccialetto dotato di accelerometro che tiene conto di tutta l'attività fisica svolta quotidianamente mentre si cammina, si gioca a calcio e si fa dell'altro. FuelBand, oltre a raccontare anche il numero di calorie bruciate, funge da orologio sportivo.

Tim Cook, che ha ammesso di averne uno a casa, ha detto che quello è un ottimo punto di partenza, ma che dovrà essere in grado di fare più di una cosa per rivelarsi veramente affascinante agli occhi dei consumatori.

Si entrerà in una nuova era post-personal computer

Ma quello del braccialetto FuelBand è solo un esempio. L'intero settore dei dispositivi indossabili, infatti, "è pronto per essere esplorato". Ci saranno "tonnellate di aziende coinvolte", che opereranno nelle varie sfaccettature di questo segmento di mercato. Si entrerà in una nuova era post-personal computer, che è già cominciata con l'avvento degli smartphone e dei tablet.

Apple sembra guardare con particolare interesse il settore dei sensori biometrici. Cook comunque non ha dato dettagli sul genere di dispositivi in fase di sviluppo dalla Mela e sul quando li potremo vedere.

Da mesi si parla di iWatch, un orologio intelligente in grado di collegarsi allo smartphone e di compiere numerose operazioni quotidiane. Di questo tuttavia non esistono conferme ufficiali. E, alla domanda specifica, non è stata data alcuna risposta.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?