Tim Cook all'attacco: usare Android e' Inimmaginabile

 

CONTINUA DALLA PAGINA PRECEDENTE - Tutti ora stanno andando nella direzione che è sempre stata della Mela e che contempla l'integrazione tra la produzione del software e dell'hardware

Scritto da Maurizio Giaretta il 20/09/13 | Pubblicata in Apple | Archivio 2013

 

CONTINUA DALLA PAGINA PRECEDENTETutti ora stanno andando nella direzione che è sempre stata della Mela e che contempla l'integrazione tra la produzione del software e dell'hardware. Google l'anno scorso ha finalizzato l'acquisto di Motorola e più recentemente Microsoft ha fatto lo stesso con Nokia.

Approfondimento: "Apple iPhone 6 funzionera' a Energia Solare"

In merito ad Android, Cook si è fermato a evidenziare che molti smartphones non sono aggiornati all'ultima versione disponibile, la Jelly Bean. Jelly Bean è presente nel 45% dei casi. E' difficile comunque non dar peso al 31% che detiene ancora Gingerbread, una versione presentata per la prima volta alla fine del 2010. Inoltre c'è un 22% che è fermo ancora su Ice Cream Sandwich.

Cook su Android: "sarebbe come se in tasca avessi iOS 3. E' inimmaginabile"

La differenza è enorme rispetto a quanto succede con iOS. Secondo Apple, il 93% degli utenti è aggiornato all'ultima versione disponibile (il dato è antecedente al rilascio del 18 Settembre di iOS 7). Quando una persona compra un dispositivo Android, invece, non ha in mano l'ultima versione disponibile del software. "Sarebbe come se nella mia tasca avessi iOS 3. E' inimmaginabile", sottolinea Cook.

Effettivamente è difficile dargli torto: in vendita ci sono ancora telefoni Gingerbread che non saranno mai aggiornati a versioni successive del software.

La scorsa settimana sono stati presentati i nuovi Apple iPhone 5S e iPhone 5C. Gli investitori non sembrano essere rimasti molto impressionati, tant'è vero che il titolo ha subito una flessione. Cook ha ammesso di non essere rimasto soddisfatto della reazione di Wall Street.

Approfondimento: "Nokia ringrazia sarcasticamente Apple su Twitter"

iPhone 5C è una sorta di iPhone 5 "riciclato", in quanto la differenza sostanziale sta nella scocca colorata in policarbonato. Le novità più importanti si possono notare invece su iPhone 5S, che ha introdotto il lettore di impronte digitali Touch ID, i nuovi processore e coprocessore Apple A7 e M7, assieme alla fotocamera iSight aggiornata, che tra le altre cose ora consente di riprendere video HD in slow motion.

Alcuni sono rimasti delusi dalla mancata presentazione di un iPhone economico. Al suo posto è arrivato iPhone 5C, che costa 100 dollari (che da noi diventeranno 100 euro) in meno rispetto al più sofisticato 5S. "Il nostro obbiettivo non è mai stato quello di vendere un telefono low cost. Il nostro scopo è vendere un grande telefono offrendo una grande esperienza d'uso, e siamo stati in grado di farlo a un prezzo più basso", ha spiegato Cook.

Apple, secondo Tim Cook i tablet Android sono 'bizzarri'

Al termine della presentazione degli ottimi risultati trimestrali di Apple, è stata fatta una sessione di domande e risposte con i dirigenti della societàPeter Oppenheimer, Tim Cook e Jerry Whistler.
 
Il direttore finanziario Tim Cook (nella foto sotto a sinistra), che ha da un giorno preso le veci di Steve Jobs, ha rilasciato delle dichiarazioni interessanti suiconcorrenti di iPad e in particolar modo su Android, definendolo "bizzarro". Segue un estratto dell'intervista.
 
Tim Cook parla dei dispositivi Windows "Ci sono due gruppi [di competitori di iPad]: i primi usano sistema operativo Windows. Sono grandi, pesanti e costosi, hanno una scarsa durata della batteria e necessitano di tastiera o di stilo. Dal nostro punto di vista i consumatori non ne sono interessati".
 
Prosegue parlando dei tablet Android: "I secondi si basano su Android, un sistema operativo inizialmente non progettato per i tablet, nonostante Google affermi il contrario. Non offrono una vera esperienza di tablet. Sono degli smartphone con dimensioni maggiori. Dal nostro punto di vista sono dei prodotti bizzarri. [...] Se si fa un confronto con iPad, un'enorme percentuale sceglie la nostra tavoletta. Oggi sono vacui".
 

 
Cook poi parla della posizione di leader di Apple e del futuro: "Comunque non rimaniamo a crogiolarci e sfrutteremo il grande vantaggio di essere primi nel nostro settore e di poter contare su iTunes e sul vasto numero di applicazioni offerto dall'App Store. Possiamo competere con chiunque".
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?