Apple OS X Mavericks: 5 cose da sapere prima di aggiornare

 

Se state prendendo in considerazione l'installazione del nuovo sistema operativo per MAC OS X Mavericks, per una corretta installazione non bisogna solo guardare ai requisiti di sistema, ma anche la configurazione corrente del sistema su cui si va ad installare il sistema operativo e tutti i software installati che state utilizzando

Scritto da Simone Ziggiotto il 01/11/13 | Pubblicata in Apple | Archivio 2013

 

Apple OS X Mavericks: 5 cose da sapere prima di aggiornare

Se state prendendo in considerazione l'installazione del nuovo sistema operativo per MAC OS X Mavericks, per una corretta installazione non bisogna solo guardare ai requisiti di sistema, ma anche la configurazione corrente del sistema su cui si va ad installare il sistema operativo e tutti i software installati che state utilizzando.

Apple OS X Mavericks è ora disponibile gratuitamente dal Mac App Store e, se il sistema soddisfa i requisiti minimi, allora si potrebbe considerare l'installazione di esso. Tuttavia, è bene tenere in considerazione cinque aspetti di cui andremo a parlare qui di seguito.

Controllare le specifiche
In primo luogo, l'unico vero requisito per l'aggiornamento è quello di assicurarsi che il sistema soddisfi i requisiti minimi di sistema per riuscire ad eseguire Mavericks. Se il vostro Mac può eseguire OS X Lion Mountain, allora al 99 per cento è in grado di eseguire anche Mavericks. Durante il keynote di presentazione di Mavericks, Apple ha ribadito che l'aggiornamento può essere installato sugli iMac da metà 2007 in poi, MacBook Airs dalla fine del 2008 in poi, e il Mac mini da inizio 2009 in poi. 

Tips: L'App Store prima del download dell'aggiornamento verificherà la compatibilità di sistema.

Risolvere i problemi esistenti
Quindi, assicurarsi che il sistema attuale (quello che avete prima dell'aggiornamento) non abbia problemi come blocchi regolari o crash delle applicazioni o peggio ancora dell'intero sistema, o l'impossibilità di accedere ad un account utente, di abilitare i servizi di condivisione o stabilire collegamenti hardware per dispositivi o periferiche di rete. A volte, questi possono indicare problemi all'hardware, ma per il resto possono suggerire errori di configurazione del software che possono migrare in fase di aggiornamento. Solitamente l'installazione di un nuovo sistema operativo può cancellare alcuni di questi problemi, ma in altri casi no.

Eseguire il processo di manutenzione di base
Un altro passo da considerare è quello di eseguire alcune procedure di manutenzione sul disco rigido prima di installare il nuovo OS X Mavericks. Il consiglio è quello di riavviare il sistema in modalità provvisoria e quindi utilizzare l'Utility Disco per controllare il disco rigido per eventuali errori. Se vengono riscontrati problemi, riavviare dalla partizione OS X Recovery HD ed eseguire l'Utility Disco da lì. E' anche possibile eseguire una completa manutenzione con strumenti di terze parti per cancellare le cache di sistema e file temporanei, ma questi passaggi sono spesso inutili per la preparazione di un sistema per un aggiornamento.

Aggiornamento software di terze parti
Un altro passo importante da tenere in considerazione e comunemente trascurato è quello di avere la certezza che il software di terze parti è completamente compatibile con il nuovo sistema operativo. Se si utilizzano strumenti e utility di terze parti, assicuratevi di controllare con il sito dello sviluppatore la compatibilità con Mavericks prima di aggiornare il sistema operativo. Troppo spesso, le persone aggiornano i loro sistemi solo per scoprire che i loro programmi poi non vengono più caricati, o vanno in crash regolarmente, solo perché non sono stati aggiornati dallo sviluppatore. Questo è particolarmente riscontrabile per i piccoli strumenti sviluppati in modo indipendente, ma in alcune occasioni anche per i software più popolari.

Backup
Infine, la cosa più importante che bisognerebbe sempre fare prima dell'aggiornamento è eseguire il backup del sistema utilizzando una soluzione di backup completamente ripristinabile come Time Machine di Apple. Queste opzioni vi assicureranno di recuperare il sistema così com'è al momento del backup, se qualcosa va storto durante l'aggiornamento. Mentre è possibile collegare qualsiasi hard disk esterno abbastanza grande per accogliere i vostri dati, considerare l'utilizzo di almeno due backup: uno con Time Machine, e l'altro con uno strumento di backup di terze parti, o anche fare due backup con Time Machine. In entrambi i casi, il fatto di avere due backup garantisce il corretto funzionamento di almeno uno dei due nel caso in cui si verifichino dei problemi durante il salvataggio di uno di essi.

Con i backup eseguiti, manutenzione completata e requisiti di sistema certificati, potete tranquillamente scaricare e installare Mavericks dal Mac App Store.

Per altre domande o dubbi prima di aggiornare a OS X Mavericks potete usare il box commenti qui sotto.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?