Mac Pro 2013: recensione della versione con processore a 8 core

 

Dopo dieci anni di onorato servizio, il computer professionale Mac Pro ha cambiato totalmente aspetto

Scritto da Gabriele Coronica il 10/02/14 | Pubblicata in Apple | Archivio 2014

 
Dopo dieci anni di onorato servizio, il computer professionale Mac Pro ha cambiato totalmente aspetto. Ancora una volta i designer della casa di Cupertino hanno rivoluzionato il settore dell'informatica.

C'è da dire infatti che mai prima d'ora si era vista una workstation così tanto potente, compatta ed elegante. Il lavoro ingegneristico che c'è dietro è davvero di altissimo livello.

Ma come si comporta nella pratica questo nuovo prodotto della Mela morsicata? I colleghi del sito web francese Macg hanno avuto modo di provare il device nella configurazione con processore Intel a 8 core, e le prime impressioni sono molto positive.

Sotto la scocca possiamo trovare la CPU Intel Xeon E5 8-core da 3 GHz con 25MB di cache L3 di ultima generazione, ben 32 GB di memoria RAM DDR3 1866 MHz, due schede video AMD FirePro D700 e un'unita SSD da 512 GB per l'archiviazione dei dati.

Il sistema operativo preinstallato è l'ultimo OS X 10.9.1 Mavericks, e certamente uno dei lati negativi è rappresentato dal prezzo: 6.848,99 euro IVA inclusa. Sono tanti soldi, ma dobbiamo comunque considerare che un prodotto del genere è indirizzato ai professionisti, non al mercato consumer tradizionale.

Così tanta potenza a disposizione sarebbe infatti uno spreco per navigare su web, chattare su Facebook oppure controllare le ultime email. Il nuovo Mac Pro è nato per fare ben altro, come ad esempio l'editing in tempo reale di video 4K.

Nei test software, il computer non delude affatto: in programmi "pesanti" come Photoshop, Lightroom e iLife non c'è alcun problema prestazionale. Tutta la potenza sotto la scocca viene sfruttata a dovere per il fotoritocco, l'audio editing e il video editing.

Curiosa la situazione con l'app Logic Pro X: nonostante le prestazioni siano sempre elevate, il software non riconosce correttamente tutti i 16 core logici del processore (8 reali e 8 virtuali), con la conseguenza che alcuni calcoli sono più lenti del previsto. Forse un aggiornamento migliorerà la situazione.

In conclusione, il nuovo Mac Pro è una workstation davvero molto convincente. E' vero che non costa poco, ma il prezzo in realtà è allineato con le offerte della concorrenza.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?