Apple prepara un sensore che prevede gli infarti

 

Apple sta lavorando a dei sensori capaci di predire un attacco cardiaco

Scritto da Simone Ziggiotto il 18/02/14 | Pubblicata in Apple | Archivio 2014

 

Apple prepara un sensore che prevede gli infarti

Apple sta lavorando a dei sensori capaci di predire un attacco cardiaco. Il sensore potrebbe essere integrato nell'iWatch.

Apple non sembra essere al lavoro su uno smartwatch semplice (come le soluzioni di Pebble o del Gear di Samsung), come già avevamo immaginato quando l'amministratore delegato Tim Cook aveva dichiarato che la società si sta preparando per debuttare in nuovi settori. Tra questi c'è sicuramente il ramo dei dispositivi medici. Dopo Google che è entrata nelle sale operatorie con i suoi Google Glass, secondo indiscrezioni che giungono dal giornale californiano San Francisco Chronicle, Apple sta lavorando a dei sensori capaci di predire un attacco cardiaco.

La notizia non è del tutto infondata, perchè è anzii avvalorata dai recenti acquisti fatti da Apple: poco tempo fa, la società di Cupertino ha infatti assunto esperti di tecnologia applicata al campo medico. Tra le recenti new entry in Apple c'è anche Marcelo Lamego, ex responsabile della parte tecnologica per Cercacor, società specializzata in dispositivi medici, e Roy J. Un anno fa è stato assunto anche Michael O'Reilly, manager specializzato in servizi medici.

Stando a quanto riporta il giornale SFC, Apple sta sviluppando una nuova tecnologia capace di anticipare un infarto, e per fare questo la tecnologia si baserebbe sull'analisi del suono che il sangue produce nel suo tragitto lungo le arterie del corpo umano. Secondo il giornale, Tomlinson Holman sta lavorando al progetto, e costui è un pluriaccreditato ingegnere del suono della Lucasfilm, nonchè inventore del sistema THX per l'audio di alta qualità, e fa parte del team di Apple dal 2011, anno in cui fu assunto in azienda.

Stando alla fonte, il sensore capace di predire un attacco di cuore dovrebbe essere indossato dal soggetto, il che porta a pensare che dovrebbe essere integrato su un dispositivo che la persona porterebbe indosso quotidianamente: che si tratti proprio dello smartwatch in arrivo da Apple, noto anche come iWatch? Probabile.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?