Apple: Beats Music rimane disponibile per Android e Windows Phone

 

Una particolarità non chiarita quando è stato annunciato l'accordo di acquisto di Apple di Beats del valore di 3 miliardi di dollari è se continueranno a vivere le applicazioni per Android e Windows Phone del servizio musicale Beats Music, una volta che l'affare sarà concluso

Scritto da Simone Ziggiotto il 02/06/14 | Pubblicata in Apple | Archivio 2014

 

Apple: Beats Music rimane disponibile per Android e Windows Phone

Una particolarità non chiarita quando è stato annunciato l'accordo di acquisto di Apple di Beats del valore di 3 miliardi di dollari è se continueranno a vivere le applicazioni per Android e Windows Phone del servizio musicale Beats Music, una volta che l'affare sarà concluso.

Molti ritengono che Apple chiuderà il servizio per avere l'esclusiva sui prodotti iOS, ma potrebbe non essere così nella realtà dei fatti.

Apple ha fatto sapere che Beats Music vivrà, almeno per un po'.

In un'intervista al Financial Times, il CEO di Apple Tim Cook ha infatti confermato che le applicazioni su entrambe le piattaforme Android e Windows Phone rimarranno.

Quanto annunciato da Apple è un netto cambiamento per la società rispetto a come si comporta quando acquisisce una società, i cui servizi solitamente vengono fermati una volta che la transizione è finita. Betas potrebbe rivelarsi una rara eccezione. Il servizio di streaming di musica in abbonamento di Beats continuerà quindi ad esistere, ma potrebbe invece essere integrato al servizio gratuito iTunes Radio che la società di Cupertino ha lanciato lo scorso anno. Tutto questo mentre Apple continuerà a vendere i prodotti hardware di Beats, compresi gli altoparlanti e le cuffie, nei suoi negozi.

Altre aziende non sono state così fortunate dopo essere state acquistate da Apple. Lala, un servizio di musica online che Apple ha comprato verso la fine del 2009, è stato chiuso pochi mesi dopo. La tecnologia di Lala, che ha permesso agli utenti di accedere gratuitamente alla musica di loro proprietà online, è entrata a far parte di iTunes Match un anno dopo che si è concluso l'affare. Chomp, uno strumento di ricerca e di scoperta di nuove applicazioni, che Apple ha acquistato all'inizio del 2012, è stato chiuso solo otto mesi più tardi.

Per Apple e Beats, però, le cose saranno mantenute come stanno, almeno inizialmente. Mentre il servizio Beats Music potrà forse beneficiare di un numero maggiore di abbonati grazie alla presenza su piattaforme quali Android e Windows Phone oltre che iOS, Apple dovrà comunque lottare duramente per cercare di prevalere sui servizi concorrenti di musica in streaming come Spotify e Rdio.

Negli Stati Uniti ha fatto il suo debutto a gennaio di quest'anno il nuovo servizio di musica in streaming Beats Music. L'applicazione funziona più o meno come i suoi concorrenti: l'app agisce come una stazione radio attraverso cui è possibile ascoltare brani musicali dei propri artisti e generi preferiti. Il servizio consente l'accesso ad un catalogo che contiene oltre 20 milioni di canzoni, che si possono ascoltare online o scaricare sul proprio dispositivo per ascoltarle offline. Beats Music non è disponibile gratuitamente con il supporto di sponsor. L'unico modo al momento per usufruire del servizio è quello di pagare 9,99 dollari al mese per sottoscrivere l'abbonamento. Quando Beats Music varcherà i confini USA ancora non si sa.

LEGGI ANCHE: Apple ha comprato Beats e Beats Music per 3 miliardi di dollari.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?