Siri, Apple perde battaglia legale in Cina

 

Apple ha perso una causa per violazione di brevetto in Cina legata a Siri, il suo assistente vocale virtuale

Scritto da Simone Ziggiotto il 10/07/14 | Pubblicata in Apple | Archivio 2014

 

Siri, Apple perde battaglia legale in Cina

Apple ha perso una causa per violazione di brevetto in Cina legata a Siri, il suo assistente vocale virtuale.

La società Internet Technology Zhizhen con sede a Shanghai ha vinto la sua causa per violazione di brevetto contro Apple Lunedi, quando la First Intermediate Court di Pechino ha dichiarato che l'assistente personale virtuale Siri di Apple viola un brevetto sul riconoscimento vocale che Zhizhen detiene.

La Zhizhen ha citato in giudizio Apple nel 2012, sostenendo che Siri della società di Cupertino, che viene utilizzato negli iPhone, viola la sua tecnologia di riconoscimento vocale "Xiao i Robot". Siri permette agli utenti di porre ad un assistente personale virtuale domande e ottenere delle risposte (che tempo fa, che ore sono, ecc) o far compiere dei particolari comandi al telefono (chiamare un contatto, aprire una pagina web, ecc.). Nel caso portato in tribunale, Zhizhen non contesta come funziona Siri ma piuttosto il modo in cui le parole di una persona vengono riconosciute e analizzate dal software.

Apple ha detto a Reuters in una dichiarazione che non era a conoscenza del brevetto di Zhizhen prima che il processo di querela iniziasse e ritiene che la sua tecnologia non viola in alcun modo la proprietà intellettuale della società cinese. Apple ha inoltre indicato che, mentre farà appello alla sentenza di Lunedì, è disposta a trattare con Zhizhen per risolvere la questione in via extragiudiziale.

Siri non è estranea nell'essere oggetto di cause legali. Apple ha combattuto con diverse organizzazioni che hanno detto che la tecnologia viola dei loro brevetti, tra cui Samsung, un'università con sede a Taiwan, e altre. Finora, tuttavia, Siri non è stata bandita dall'uso in alcun paese.

"Apple crede fortemente nell'importanza di proteggere l'innovazione. Purtroppo, non conoscevamo il brevetto Zhizhen prima di introdurre Siri, e crediamo di non averlo violato" ha dichiarato all'Afp un portavoce di Apple. Anche se il caso è ancora in corso "siamo aperti a discutere con Zhizhen per risolvere la controversia" ha aggiunto.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?