Accordo Apple-IBM: analisti non prevedono grande impatto sulle finanze di Apple

 

L'accordo di Apple con IBM per co-sviluppare applicazioni iOS per le imprese è "degno di nota", secondo l'analista di Piper Jaffray Gene Munster

Scritto da Simone Ziggiotto il 16/07/14 | Pubblicata in Apple | Archivio 2014

 

Accordo Apple-IBM: analisti non prevedono grande impatto sulle finanze di Apple

L'accordo di Apple con IBM per co-sviluppare applicazioni iOS per le imprese è "degno di nota", secondo l'analista di Piper Jaffray Gene Munster. Ma l'analista non vede l'accordo importante al punto che potrà portare maggiore guadagno alle due aziende.

Martedì, IBM e Apple hanno annunciato un accordo in cui le due società co-creeranno applicazioni esclusive specifiche per il settore business basate su iOS e per la vendita di iPhone e iPad ai clienti corporate di Ibm. I due si svilupperanno più di 100 applicazioni aziendali per iPhone e iPad per diversi ambiti di mercato come retail, sanità, banche, e viaggi. IBM ottimizzerà anche alcuni servizi cloud per iOS e vendera' inoltre dispositivi iPhone e iPad con le soluzioni specifiche per settore ai propri clienti business nel mondo.

"Stiamo mettendo le rinomate soluzioni di IBM a portata di mano degli utenti iOS, aprendo una grande opportunità di mercato per Apple. Questo è un passo radicale a favore delle imprese e qualcosa che solo Apple e IBM sono in grado di fornire" ha commentato l'Ad di Apple Tim Cook.

L'accordo suona come una vittoria per Apple. Perché, dunque, Munster è meno entusiasta al riguardo?

IOS di Apple è già penetrato per il 98 per cento nelle aziende presenti nella Top 500 di Fortune e per il 92 per cento della Global 500, Munster ha detto in una nota di ricerca pubblicata Martedì. Di conseguenza, l'analista non si aspetta che l'accordo potrà avere un impatto così grande perchè le più grandi aziende già stanno utilizzando iPhone e iPad.

Munster crede che la forza di Apple riposa ancora nel mercato consumer e nella capacità dell'azienda di innovare il suo portfolio di hardware e il suo sistema operativo.

Altri analisti sembrano più ottimisti circa i benefici che Apple potrà trarre dall'accordo, soprattutto perché IBM assumerà la maggior parte del lavoro nella vendita di iPhone, iPad e di nuove applicazioni iOS per i clienti aziendali.

"La collaborazione di IBM con Apple è un accordo storico", ha detto l'analista di Forrester Frank Gillett in un comunicato. "Data la forza e la copertura di mercato di IBM, questa partnership offre grandi opportunità sul lato enterprise e credibilità in un colpo solo ad Apple, e dà a IBM un vantaggio nella corsa per la leadership aziendale nel mondo mobile."

Eppure, l'impatto finanziario completo è difficile da prevedere a questo punto. "Crediamo che l'entità del potenziale di rialzo sarà guidato dalla capacità di IBM di penetrare nel mercato", dicono gli analisti. "Non è chiaro se Apple potrà beneficiare di un certo reddito residuo dalle vendite di IBM."

Almeno un analista crede però che l'accordo ha il potenziale per dare ad Apple un ruolo dominante nel mercato business. "Semplicemente non c'è modo di sapere quanto di successo questa partnership sarà, ma non c'è dubbio che questo rappresenta un importante punto di snodo per IBM (che storicamente è stata abbastanza alleata con Microsoft) e, potenzialmente, una chiave di volta nella strategia di Apple per spodestare finalmente Microsoft nel mercato dell'enterprise computing ", ha detto Raymond James, analista di Tavis McCourt, in una nota di ricerca.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?