Tim Cook spiega come Apple gestisce la Privacy degli utenti

 

Pochi giorni dopo che il CEO di Apple Tim Cook ha discusso come la società gestisce la privacy dei propri utenti in una intervista rilasciata a Charlie Rose della PBS, Apple ha pubblicato una nuova privacy policydi che spiega come gestisce le informazioni personali dei suoi utenti e le richieste del governo di poter accedere a queste informazioni

Scritto da Simone Ziggiotto il 23/09/14 | Pubblicata in Apple | Archivio 2014

 

Tim Cook spiega come Apple gestisce la Privacy degli utenti

Pochi giorni dopo che il CEO di Apple Tim Cook ha discusso come la società gestisce la privacy dei propri utenti in una intervista rilasciata a Charlie Rose della PBS, Apple ha pubblicato una nuova privacy policydi che spiega come gestisce le informazioni personali dei suoi utenti e le richieste del governo di poter accedere a queste informazioni.

In una lettera aperta pubblicata Mercoledì, Cook ha ribadito i punti salienti della sua intervista con Rose, in cui ha detto che Apple prende "una visione molto diversa" della privacy rispetto alle altre società della Silicon Valley, che spesso fanno business raccogliendo e sfruttando le informazioni sui clienti.

"Noi non costruiamo un profilo basato sui vostri contenuti e-mail o le pagine che visitate sul web da poi vendere agli inserzionisti. Non 'monetizziamo' le informazioni memorizzate sul vostro iPhone o in iCloud. E noi non leggiamo le vostre email o i vostri messaggi per ottenere informazioni di mercato su di voi te," Cook ha scritto nella lettera, che è stata pubblicata sul sito di Apple nella sezione dedicata alla privacy policy della società.

I chiarimenti giungono dopo che il CEO Tim Cook aveva promesso che Apple avrebbe preso misure più severe in seguito al caso degli account violati dei personaggi famosi di Hollywood, che ha visto degli hacker venire in possesso (e pubblicare sul web) di centinaia di foto private dei personaggi famosi.

Sulla scia del rilascio di diverse immagini di nudo private ​delle celebrità il cui account iCloud è stato violato dagli hacker, le nuove regole sulla privacy includono le linee guida di tutela degli account. Dopo un'indagine, Apple ha stabilito che la pubblicazione delle immagini è stato il risultato di un attacco mirato sugli account individuali dei personaggi famosi e non per la scarsa sicurezza del servizio di Apple, ma comunque la società ha deciso di rafforzare la sicurezza di iCloud introducendo nel servizio  l'autenticazione a due fattori.

L'autenticazione a due fattori offre un ulteriore livello di sicurezza. Funziona richiedendo agli utenti di dimostrare la propria identità inserendo una seconda forma di autenticazione in aggiunta alla tradizionale password per accedere al proprio account. Molti servizi online, tra cui Google, Twitter e Facebook, già offrono l'autenticazione a due fattori, e ogni volta che qualcuno cerca di accedere ad un account da un dispositivo non confermato inviano al telefono del proprietario dell'account un codice a quattro cifre generato casualmente come secondo fattore di verifica. Senza l'inserimento di questo codice non si può entrare nell'account.

Oltre a riattivare la verifica a due fattori per verificare l'identità di chi accede ad iCloud all'inizio di questa settimana, Apple ha invitato i clienti ad utilizzare password più complesse

La lettera di Cook ha anche cercato di rassicurare i clienti di Apple spiegando che i loro dati sono al sicuro dagli occhi indiscreti delle agenzie governative di sorveglianza, dopo che è venuto alla luce che altre società 'spiano' negli account di posta elettronica dei loro clienti. "Voglio essere assolutamente chiaro nel precisare che non abbiamo mai lavorato con qualsiasi agenzia governativa di qualsiasi paese per creare una backdoor in uno qualsiasi dei nostri prodotti o servizi", ha detto Cook. "Non abbiamo anche mai dato l'accesso ai nostri server. E noi non lo faremo."

La stessa politica si applica ora ai dispositivi portatili personali degli utenti, Cook ha scritto. Egli ha osservato che i dati sui dispositivi che eseguono iOS 8, il nuovo sistema operativo mobile di Apple rilasciato Mercoledì, sono protetti da codici di accesso personali degli utenti che Apple non può ignorare. 
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?