HealthKit, Apple rimuove le app compatibili da App Store

 

Un bug nella suite HealthKit sta costringendo Apple a rimuovere tutte le applicazioni che utilizzano il framework da App Store

Scritto da Simone Ziggiotto il 18/09/14 | Pubblicata in Apple | Archivio 2014

 

HealthKit, Apple rimuove le app compatibili da App Store

Un bug nella suite HealthKit sta costringendo Apple a rimuovere tutte le applicazioni che utilizzano il framework da App Store. Le applicazioni abilitate HealtKit dovevano debuttare con iOS 8 nella giornata del 17 settembre, ma il lancio è stato rinviato a tempo indeterminato.

Un rappresentante di Apple ha detto che la società sta lavorando per trovare una soluzione al problema il prima possibile, che potrebbe però essere risolto solo tra un paio di settimane.

Ecco la dichiarazione del portavoce di Apple Trudy Muller sull'argomento: "Abbiamo scoperto un bug che ci impedisce di rendere disponibilit le applicazioni per HealthKit su iOS 8 oggi. Stiamo lavorando rapidamente per avere il bug risolto in un prossimo aggiornamento software e avere le applicazioni per HealthKit disponibili entro la fine del mese. "

Apple ha già informato gli sviluppatori di app di fitness che avevano integrato HealthKit nei loro prodotti. Alcune delle applicazioni interessate comprendono Lark, Strava, WebMD, Carroft Fit.

La nuova app Salute integrata in iOS8 raccoglie le informazioni definite dall’utente dalle varie app per la salute e i diversi dispositivi di fitness per fornire una panoramica chiara e aggiornata, direttamente nell’app. Le API HealthKit offrono agli sviluppatori la possibilità di far comunicare fra loro le app per la salute e il fitness. Con l’autorizzazione dell’utente, ogni app può usare informazioni specifiche da altre app per offrire una gestione più completa della salute e del benessere.

Una volta che il bug sarà risolto, sarà possibile raccogliere e monitorare i parametri di fitness usando app come MyFitnessPal, RunKeeper e Strava. I professionisti che offrono assistenza sanitaria potranno monitorare i dati che i pazienti scelgono di condividere tramite app come quelle della Mayo Clinic o di Epic, che verrà usata fra gli altri dal Duke Medicine e dallo Stanford Children’s Health/Stanford Medicine.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?