IBM vieta Siri e i software Cloud ai propri dipendenti

 

Siri e i programmi di cloud computing da oggi non sono più i benvenuti tra gli uffici IBM

Scritto da Maurizio Giaretta il 25/05/12 | Pubblicata in Applicazioni | Archivio 2012

 

Siri e i programmi di cloud computing da oggi non sono più i benvenuti tra gli uffici IBM. Il colosso statunitense ha optato per loro bando perchè diventerebbero troppe le informazioni a rischio di finire in mani di terzi.

Siri infatti processa le richieste degli utenti su un server esterno in mano ad Apple. La traccia vocale dell'utente viene analizzata, elaborata e solo in un secondo momento Siri riesce a fornire la risposta desiderata. Nel mirino della società sono finiti anche altri software come iCloud, DropBox e altri.

Tutti questi software di cloud computing analizzano e trattengono le informazioni sui propri server. Per evitare che qualcuno ci metta le mani sopra, è stata fatta una scelta di tipo preventivo.

"Siamo semplicemente molto conservativi. E' la natura del nostro business" ha affermato la Chief Information Officer di IBM Jeanette Hora al sito Technology Review.

Dal 2010 la società aveva permesso di usare i propri dispositivi personali per motivi di lavoro. Tuttavia è emerso che i lavoratori sono disinformati per quanto riguarda le tematiche della sicurezza e ciò mette a rischio la società stessa.

Come dar torto a IBM? In questi software viene chiaramente indicato che le informazioni non compatibili con i termini di servizio (per esempio testi contenenti copyright non autorizzati, etc) possono essere cancellate di punto in bianco. Ciò significa che qualcuno li controlla.

Vale la pena rischiare che informazioni preziose finiscano nelle mani sbagliate? Considerando che molti servizi cloud (per esempio il nuovo Google Drive) sono stati sviluppati per aumentare la produttività dei lavoratori, non è un controsenso che vengano vietati dalle aziende stesse?

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?