CrowdRoaming, navigare in condivisione internet all'estero

 

State per viaggiare all'estero ed il vostro problema principale è quanto vi costerà il collegamento ad internet? Per consentire l'accesso ad internet in vacanza, gratuitamente, dal proprio smartphone anche se ci si trova all'estero, arriva CrowdRoaming, l'applicazione che consente di connettersi automaticamente in modo completamente sicuro e protetto attraverso la rete condivisa da altri smartphone dei cosiddetti 'CrowdRoamers' (coloro che condividono parte della connettività dati inutilizzata del proprio dispositivo)

Scritto da Simone Ziggiotto il 02/07/13 | Pubblicata in Applicazioni | Archivio 2013

 

State per viaggiare all'estero ed il vostro problema principale è quanto vi costerà il collegamento ad internet? Per consentire l'accesso ad internet in vacanza, gratuitamente, dal proprio smartphone anche se ci si trova all'estero, arriva CrowdRoaming, l'applicazione che consente di connettersi automaticamente in modo completamente sicuro e protetto attraverso la rete condivisa da altri smartphone dei cosiddetti 'CrowdRoamers' (coloro che condividono parte della connettività dati inutilizzata del proprio dispositivo). 

CrowdRoaming

L'applicazione è da oggi disponibile sul Play Store di Google per dispositivi Android. Il funzionamento è semplice: chi risiede in città condivide la propria connettività con i turisti, mentre chi va all'estero sfrutta la connettività condivisa dai residenti.

CrowdRoaming è un dare e avere, condividiamo ciò che non usiamo.

CrowdRoaming è un'idea basata sulla comunità, che riduce notevolmente i costi di utilizzo di Internet degli smartphone all'estero. In pratica, l'app è in grado di trasformare ogni smartphone con una connessione internet locale in un hotspot mobile. In questo modo i viaggiatori possono accedere gratuitamente a internet tramite un utente locale. CrowdRoaming consente a due dispositivi di collegarsi tra di loro al fine di evitare costi di roaming dovute alle connessioni di rete mobile in un paese estero, che spesso fanno lievitare le bollette telefoniche al rientro dalle vacanze.

Avviando l'app CrowdRoaming il telefono ricerca nelle vicinanze altri smartphone con una connessione internet locale che hanno installato l'app e hanno disponibilità di condividere parte della propria connettività. Nel caso in cui il telefono trova uno smartphone che già condivide la rete dati, il telefono cerca automaticamente un altro telefono con una connessione internet non in uso. 

Sul lato della sicurezza pare non ci siano problemi, in quanto lo scambio di dati è sicuro perchè crittografato. E' anche possibile limitare la quantità di MB scambiati, per esempio 100 MB.

L'app sembra buona, ma è consigliata se non si trovano connessioni WiFi libere, che sono sempre preferibili. Ciò che rende CrowdRoaming unico è che non fa uso di hardware aggiuntivi che non siano il proprio telefono. CrowdRoaming è una soluzione software al cento per cento, che funziona in modo sicuro, senza costi supplementari.

CrowdRoaming attualmente è solo per dispositivi Android e lo sviluppatore ha elencato i seguenti smartphone testati per funzionare con l'app:

HTC Explorer A310 (2.3.5)
HTC Sensation XL (4.0.3)
HTC Cha Cha (2.3.3)
HTC Desire S / Desire 2 / S510e (2.3.5)
HTC Sensation Z710e / Pyramid (4.0.3)
Samsung Galaxy SIII - GT–I9300 (4.0.4)
Samsung Galaxy Ace 2 - GT–I8160 (2.3.6)
Samsung Galaxy Young - GT–S5360 (2.3.6)
LG Optimus L3 E400 (2.3.6)
LG Optimus L7 P700 (4.0.3)
LG Optimus L9 P760 (4.0.4)
Sony Arc S/LT18i (2.3.4)
Sony Xperia Neo 7 MT15i / Kyno 7 Halon (4.0.4)
Sony Xperia P / LT22i / Nypon (4.0.4)
Sony Xperia miro / ST23i / ST23a (4.0.4)

CrowdRoaming - come funziona


 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?