Su Google Play il Fix non ufficiale per il Bug che riavvia i dispositivi Nexus

 

I dispositivi Nexus, ovvero realizzati in collaborazione con Google, sono attualmente vulnerabili per colpa di un bug trovato nell’applicazione Sms, nell’attesa che Google stessa rilasci un aggiornamento che sistemi il problema lo sviluppatore SilentServices ha rilasciato direttamente sul Google Play Store un Fix non ufficiale che comunque risolve il problema

Scritto da Pietro Oliveri il 03/12/13 | Pubblicata in Applicazioni | Archivio 2013

 

Su Google Play il Fix non ufficiale per il Bug che riavvia i dispositivi Nexus

I dispositivi Nexus, ovvero realizzati in collaborazione con Google, sono attualmente vulnerabili per colpa di un bug trovato nell’applicazione Sms, nell’attesa che Google stessa rilasci un aggiornamento che sistemi il problema lo sviluppatore SilentServices ha rilasciato direttamente sul Google Play Store un Fix non ufficiale che comunque risolve il problema.

Lo sviluppatore ha dichiarato: “l bug in questione riguarda la parte sms dei dispositivi Nexus con distribuzione 4.X e superiore. Infatti ricevendo dai 20 ai 30 messaggi di classe 0, conosciuti anche come messaggi flash (ovvero quei messaggi che vengono direttamente visualizzati sullo schermo senza passare per la casella in ingresso, solitamente usati per comunicazioni di emergenza), lo smartphone andrà incontro a un riavvio nel più comune dei casi e, nel peggiore, il blocco dell’applicazione messaggi e occasionalmente il blocco completo della rete cellulare.”



Come possiamo capire dalle parole dello sviluppatore in questione il dispositivo in poche parole si riavvierebbe o peggio ancora smetterebbe di rilevare la rete cellulare dopo un certo numero di Sms continui ricevuti.

Il Tool in questione che risolve temporaneamente il problema si chiama Class0Firewall ed è disponibile gratuitamente al seguente indirizzo, in pratica possiamo impostare un limite al numero di messaggi denominati “Flash” per impedire il riavvio dello Smartphone, diciamo che in realtà aggira il bug in questione ma non lo elimina definitivamente, attendiamo una mossa ufficiale da parte di Google. 
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?