Apps: 2048 e la mania della potenza del 2

 

Dopo la febbre da QuizDuello e Ruzzle, in poco meno di 2 settimane scoppia il fenomeno 2048! Il gioco opensource creato da un italiano, Gabriele Cirulli, ha spopolato sul web e sui dispositivi mobile

Scritto da Redazione il 16/04/14 | Pubblicata in Applicazioni | Archivio 2014

 
Dopo la febbre da QuizDuello e Ruzzle, in poco meno di 2 settimane scoppia il fenomeno 2048! Il gioco opensource creato da un italiano, Gabriele Cirulli, ha spopolato sul web e sui dispositivi mobile.

Il gioco è molto semplice e presenta una grafica soft come molti altri mini giochi. In 2048 si ha una griglia 4x4 nella quale vengono generati numeri casuali, o 2 o 4. Le caselle possono essere combinate tra loro solo con 2 numeri uguali e tutti i numeri sono potenze di 2. L’obbiettivo è appunto arrivare all’undicesima potenza del 2, ovvero 2048! Facile? Assolutamente no!

Già in internet circolano strategie e mosse da fare per assicurarsi la vittoria, ma anche se vinciamo si può decidere se andare oltre o fermarsi e godersi la fatica fatta.

Ancora una volta un gioco semplice, veloce e dalla grafica leggera, vince su tutti gli altri: 2 settimane, 10.000.000 di download. Questi i numeri di 2048!


Gabriele Cirulli, il creatore, si è ispirato al gioco già esistente per dispositivi Apple, 1024, basato anch’esso su di un altro gioco: Threes. Tutti e 3 sono legati dai soliti semplici passi. Spostare una casella, sommare due numeri e arrivare ad una cifra determinata come fine del gioco.

Il progetto di 2048, a differenza degli altri, è reperibile sotto forma di codice di programmazione dal GitHub di Gabriele Cirulli.

Da qui si sono creati molte altre versioni del gioco, tra le quali: Flappy 2048, che unisce 2 giochi dal successo mondiale; 2048 Fibonacci, che propone lo stesso algoritmo e stessa grafica dell’originale ma cambiando e rendendo ancora più complesso il modo di sommare i numeri; 2048 + Threes ed infine versioni parodia con le immagini di personaggi politici, calciatori e altro.

Se ogni giorno si cercasse sui principali store di App la parola 2048, si noterebbe una crescita esponenziale dei risultati. Il creatore ha dichiarato però di non volerci guadagnare assolutamente con l’applicazione, in quanto l’idea non è propriamente sua ma derivata da altre app. Tutte le altre app, derivate dallo stesso progetto opensource, non sono della stessa corrente di pensiero: infatti si trovano molti cloni e versioni di 2048 sommersi da tonnellate di pubblicità rendendo il tutto ingiocabile.

Un gioco diverso da tutti gli altri, eccetto le fonti di ispirazioni, è così destinato a trovarsi nella situazione nel quale si hanno miriadi di applicazione quasi identiche tra loro, che non fanno altro che screditare il prodotto originale. Che sia la morte della creatività?

Siamo destinati a vedere, a giocare e a creare le solite cose? È vero che molte cose ed idee sono già state sviluppate, ma è giusto pubblicare lo stesso gioco senza cambiare niente e rovinando il nome?
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?