Google Play Store a v5.0 con Material Design, aggiornamento disponibile

 

Google ha iniziato a distribuire la versione v5

Scritto da Simone Ziggiotto il 10/10/14 | Pubblicata in Applicazioni | Archivio 2014

 

Google Play Store a v5.0 con Material Design, aggiornamento disponibile

Google ha iniziato a distribuire la versione v5.0.31 del Play Store per Android. La principale differenza è nell'interfaccia utente, visto che è stata ridisegnata completamente con le regole del Material Design.

Un'anticipazione del nuovo design la abbiamo già avuto nel corso delle scorse settimane, all'interno della singola pagina di un film, gioco o applicazione, ma con il prossimo aggiornamento verrà aggiornato lo stile dell'intero store.

Per seguire il concetto di Material Design, ecco dunque come cambierà il Play Store: immagini di grandi dimensioni dietro la descrizione del prodotto, se disponibile. In alcuni casi, come ad esempio con giochi e film, è possibile toccare l'immagine per riprodurre il trailer. Il design vede gli oggetti (foto, titolo, descrizione) più distanziati tra loro, in particolare sul tablet, con una densità di informazioni significativamente inferiore rispetto a quello che siamo abituati, almeno quando si apre la pagina del prodotto. Sullo smartphone, le cose sono più o meno uguali, solo ridimensionate in un formato più piccolo.

Di base, nella homepage, la barra superiore rimane di colore grigio, sotto la quale vengono aggiornati i pulsanti per accedere alle categorie dello store: verde per Apps e Giochi, rosso per Movies, Arancio per Music, Blu acqua per Libri, Viola per NewsStand (la visibilità dei pulsanti varia di paese in paese in funzione della disponibilità del servizio). All'interno di una categoria, poi, il colore della barra superiore da grigio diventa del colore del pulsante stesso (quindi verde per Apps e Giochi, rosso per Movies, Arancio per Music, blu acqua per Libri, Viola per NewsStand ).

Per quanto riguarda la sezione dedicata alle applicazioni, la scheda 'Novità' viene messa in evidenza. E' stato inoltre rinominato 'Chromecast' in 'Google Cast', mentre rimane sempre quella la sezione 'Android Wear'.

A parte questi piccoli cambiamenti di cui sopra direi che il resto rimane più o meno uguale, con modifiche di progettazione minori qua e là.

Google ha introdotto il Material Design perchè su questo linguaggio si baserà la prossima versione di Android, al momento nota come Android L. Google aggiornerà presto tutte le sue applicazioni per seguire lo stile del Material Design prima ancora che Android L venga rilasciato entro l'anno.

Google ha iniziato la distribuzione dell'aggiornamento oggi, ma come al solito potrebbe richiedere giorni o settimane prima che vi venga segnalato dal vostro dispositivo.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?