Yovo, app Android per protegge le foto dagli screenshot

 

Una nuova app di photo-sharing utilizza un illusione ottica per le foto per non renderle salvabili dal destinatario tramite screenshot

Scritto da Simone Ziggiotto il 13/10/14 | Pubblicata in Applicazioni | Archivio 2014

 

Yovo, app Android per protegge le foto dagli screenshot

Una nuova app di photo-sharing utilizza un illusione ottica per le foto per non renderle salvabili dal destinatario tramite screenshot.

Servizi come la popolare applicazione di condivisione di foto Snapchat possono cancellare l'immagine quando il destinatario del contenuto la vede, ma si può sempre fare uno screenshot e catturare lo schermo mentre viene visualizzata l'immagine prima che venga eliminata - non è una cosa difficile fare uno screenshot, ma il punto è che il mittente non vorrebbe che questo venisse fatto.

Per questo nasce la nuova app Yovo, che cerca di non permettere al dispositivo destinatario di scattare lo screenshot e salvare l'immagine che deve essere cancellata una volta che viene vista da chi la riceve. Creata dalla società di software per la privacy ContentGuard, Yovo utilizza una nuova soluzione per proteggere i vostri scatti dagli screenshots: benchè non possa fare nulla per controllare il comportamento degli utenti, Yovo utilizza un'illusione ottica sulle immagini stesse.

L'illusione che utilizza è la Barrier Grid. Questa è simile a quello che si potrebbe provare guardando attraverso un recinto ad aste: con la griglia che si muove velocemente sopra l'immagine, gli occhi tendono a vedere la scena ferma dietro le palizzate, piuttosto che le palizzate stesse. Ma come funziona nella pratica l'app Yovo?

Quando si scatta una foto, l'applicazione sovrappone una griglia sfocata sopra l'immagine. Quando chi riceve l'immagine (che diventa un'immagine animata) apre l'immagine, la griglia si muove molto velocemente, permettendo al cervello di vedere però il soggetto fisso dietro la griglia in movimento. Tuttavia, se chi riceve cerca di fare uno screenshot, il risultato sarà un'immagine con tratti sfumati.

"Ognuno sta diventando sempre più consapevole del percorso digitale che lascia. Sembra che non ci sia un giorno che passa in cui non vediamo una notizia sulle conseguenze della pubblicazione digitale accidentale o dolosa di un momento della nostra vita privata", ha detto Scott Richardson di ContentGuard. "Diciamolo chiaro - non ogni istante o un messaggio è destinato ad essere condiviso o rimanere online per sempre e Yovo rappresenta un nuovo modo di creare e condividere foto e messaggi in modo più privato, divertente e interattivo.". 

L'applicazione permette inoltre di inviare le foto che già sono state scattate - basta selezionare la foto, scegliere il livello di sfocatura e chi vede cosa e per quanto tempo, e impostare un timer di autodistruzione dei messaggi e delle foto dopo un tempo compreso tra un secondo a 24 ore. Una cosa che la società non menziona, però, è se vengono memorizzate e mantenute le immagini dell'utente sui server del servizio.

E' possibile scaricare Yovo gratuitamente dall'App Store di iTunes, mentre qui sotto potete vedere un video che mostra come funziona l'app. Yovo è disponibile al momento solo per dispositivi iOS.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?