Radar, Un App per contrastare i suicidi analizzando i tweet

 

Arriva l'app 'sventa suicidi' chiamata 'Radar' che avvisa se un utente di Twitter che si segue scrive un tweet con frasi 'tendenti al suicidio'

Scritto da Simone Ziggiotto il 29/10/14 | Pubblicata in Applicazioni | Archivio 2014

 

Radar, Un App per contrastare i suicidi analizzando i tweet

Arriva l'app 'sventa suicidi' chiamata 'Radar' che avvisa se un utente di Twitter che si segue scrive un tweet con frasi 'tendenti al suicidio'.

Un tweet può salvare una vita grazie alla nuova app chiamata 'Radar', creata da un'ente di beneficenza britannico con lo scopo di sventare i suicidi. Il software analizza i tweet inviati, avvisando l'utente se qualcuno dei propri amici abbia scritto un tweet 'inquietante', che potrebbe far pensare ad una possibile azione mortale dell'amico.

L'applicazione, lanciata dall’organizzazione specializzata in consulenza psicologica Samaritans Radar, è gratuita ed è in grado di intercettare i tweet che contengono frasi come "Sono stanco di essere solo", "Mi odio", "Sono depresso", "Ho bisogno di aiuto". Frasi che solitamente qualcuno potrebbe dire prima di compiere l'ultimo gesto fatale per porre fine alla propria vita.

Una volta che l'applicazione ha intercettato queste frasi, parte una segnalazione che viene inviata ai follower che hanno attivato a loro volta Radar. Di conseguenza, l'app deve essere installata sia dall'utente che invia il tweet intercettato che dai suoi follower.

Radar utilizza un algoritmo per individuare le parole chiave e le frasi che indicano uno stato di 'disagio'. Il problema dell'algoritmo, tuttavia, è che ancora non è in grado di capire se la frase viene detta 'seriamente' o 'sarcasticamente', per cui anche se la frase può essere detta per scherzare o in qualsiasi altro contesto che non porti al suicidio i follower vengono avvisati. L'applicazione, fanno sapere gli sviluppatori, dispone di una tecnologia intelligente che impara dai propri utenti a distinguere le frasi che sono "veramente indicative di tendenze suicide".

Radar si rivolge in particolare alla una generazione di persone che vivono la propria vita online, quelle persone che qualche volta trovano più facile esprimere le più profonde speranze e paure in un tweet piuttosto che faccia a faccia, ha detto l'organizzazione ideatrice del software.

Non sappiamo da quando l'app sarà scaricabile, al momento non si trova in alcuno store di app.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?