Le mani su Asus Eee Pad Transformer Prime: anteprima dal vivo

 

Nonostante sia stato presentato ufficialmente pochi giorni fa, c'è già stato chi ha avuto l'opportunità di testarlo in prima persona

Scritto da Maurizio Giaretta il 14/11/11 | Pubblicata in Asus | Archivio 2011

 

Nonostante sia stato presentato ufficialmente pochi giorni fa, c'è già stato chi ha avuto l'opportunità di testarlo in prima persona. Stiamo parlando del tablet Asus Eee Pad Transformer Prime, il primo con chipset Nvidia Tegra 3 al mondo.

Della tavoletta, gli aspetti che destano subito l'interesse sono tre: la velocità di elaborazione, il profilo sottile di 8,3 millimetri (quello di iPad 2, per fare un esempio, è di 8,8 millimetri) con finiture in acciaio inossidabile e la qualità del suono (potente e chiaro, ma si consideri comunque che si tratta pur sempre di un tablet).

Eccola messa a confronto con iPhone 4: si può chiaramente vedere la differenza degli spessori (quello di iPhone 4, che poi è lo stesso di iPhone 4S, è di 9,3 millimetri).

Una caratteristica interessante della famiglia Transformer è la possibilità di collegare una tastiera fisica. Questa da due vantaggi: 1) trasforma il tablet in un netbook, con la possibilità perfino di collegare il mouse; 2) estende l'autonomia della batteria per altre 4 ore (infatti ne ha una integrata).

Ora vediamo prima il tablet unito con la tastiera nella posizione 'tradizionale'; poi lo vediamo sul fianco.

Il sito ztop.com.br sottolinea che il modello che ha avuto l'opportunità di testare contiene diversi errori e che pertanto la versione finale, cioè quella che arriverà sul mercato, sarà differente. Il sistema operativo è Android 3.2 Honeycomb. L'aggiornamento a Ice Cream Sandwich (Android 4.0) sarà successivamente disponibile.

Nel video seguente viene mostrata una breve prova video con il gioco ShadowGun ottimizzato per la piattaforma Nvidia.
Per altre informazioni è possibile consultare la scheda tecnica su Pianetacellulare.it.

Prezzi e disponibilità - Negli Stati Uniti Asus Eee Pad Transformer Prime sarà in venduto nella versione Wi-Fi con 32 e a 64 GB di memoria interna, rispettivamente a 499 e a 599 dollari. Il dock (la tastiera) è acquistabile opzionalmente per 149 dollari.

Ricordiamo che, secondo quanto dichiarato da Asus Benelux, Transformer Prime, sarà disponibile per la vendita nei Paesi Bassi e in altri paesi d'Europa il prossimo 6 Gennaio 2012.

Asus Eee Pad Transformer Prime: test della qualita' fotografica

 
I colleghi del sito The Verge hanno appena pubblicato un'interessante galleria di immagini scattate direttamente con Asus Eee Pad Transformer Prime, tablet PC che può diventare un netbook grazie all'utilizzo di una docking station con tastiera fisica.
 
Il terminale, equipaggiato con il sistema operativo Android 3.2 Honeycomb e aggiornabile in futuro alla versione 4.0 Ice Cream Sandwich, arriverà sul territorio americano il prossimo 19 Dicembre, mentre sarà disponibile qui n Europa soltanto durante i primi mesi del 2012.
 
Come possiamo notare dalle fotografie scattate, il sensore da 8 Megapixel della fotocamera posteriore svolge un buon lavoro sia all'interno che all'esterno. In qualche immagine notiamo un degrado della qualità causato dalla scarsa illuminazione ambientale, ma da un tablet non possiamo certo pretendere delle foto comparabili ad una reflex o una compatta.
 


 
 
Asus Eee Pad Transformer Prime: approfondimento sulla tastiera
 
Successore diretto del popolare Asus Eee Pad Transformer, il nuovo Eee Pad Transformer Prime è molto atteso in tutto il mondo poichè è un prodotto non solo molto potente, ma che anche permette di essere utilizzato come un normale PC netbook.

Tutto ciò è reso possibile dalla docking station con tastiera fisica, accessorio che verrà venduto separatamente (si vocifera un prezzo inferiore ai 150 dollari) e che aggiunge alcune porte di connessione e una batteria secondaria per raddoppiare l'autonomia.

I ragazzi di The Verge hanno ricevuto il terminale in anteprima, e prontamente hanno realizzato un servizio fotografico sulla docking station: come si può notare dalle fotografie, i tasti ad isola sono ben distanziati tra loro, e sulla parte inferiore è presente un touchpad di tipo multi-touch.
 


 
Non è affatto da sottovalutare la praticità che deriva dai tasti separati "a isola". Molte altre tastiere (per esempio anche quelle dei netbook, che hanno dimensioni analoghe a questa) hanno i tasti vicinissimi gli uni agli altri e rendono meno agevole l'inserimento dei testi.
 
Asus Eee Pad Transformer Prime, benchmark delle prestazioni
 
In attesa di mettere le mani sul nuovo Asus Eee Pad Transformer Prime (il suo arrivo in Italia è previsto per i primi mesi del 2012), sono stati diffusi su Internet i primi risultati dei benchmark prestazionali.
 
Grazie all'adozione del chipset NVIDIA Tegra 3 penta core (5 core per l'elaborazione dei dati in parallelo, in modo da bilanciare potenza e autonomia), il tablet-netbook dell'azienda taiwanese batte senza problemi in ogni test 2D e 3D i prodotti della concorrenza come il Samsung Galaxy Tab 10.1, il Galaxy Tab 7.0 Plus e il Sony Tablet S.

 


 
Il display Super IPS+ ha una diagonale di 10.1 pollici e una risoluzione di 1280 x 800 pixel, la memoria RAM ammonta a 1 GB, mentre quella flash interna è di 16 o 32 GB (con possibilità di espansione fino a 32 GB tramite lo slot microSD).
 
ASUS Eee Pad Transformer Prime: problemi di autonomia e con il GPS
 
AsusIl nuovo ASUS Eee Pad Transformer Prime è al centro di numerose discussioni negli ultimi giorni. In particolare, i possessori americani del tablet-netbook si lamentano che il terminale non raggiunge le 12 ore di autonomia tanto sbandierate, e ha anche dei problemi ad agganciare i satelliti per la geolocalizzazione.
 
I colleghi del sito Laptopmag hanno effettuato diversi test sull'autonomia della tavoletta digitale, e in effetti i valori si attestano sulle 5-7 ore con utilizzo standard, connessione Wifi sempre attiva e luminosità dello schermo impostata al 40%.
 
C'è da dire che 7 ore per un tablet quad core non è un valore eccessivamente basso, tuttavia i dirigenti di ASUS hanno sbagliato a pubblicizzare il Transformer Prime come prodotto dall'elevata autonomia, visto che addirittura il suo predecessore dual core lo supera senza troppi problemi.
 


 
 
La risposta dei portavoce di ASUS Italia non si è fatta attendere, e qui di seguito vi riportiamo un estratto del messaggio:
"La durata della batteria è in linea con quanto promesso. Ovviamente questo parametro dipende fortemente dalle con
dizioni di utilizzo e l'autonomia massima è sempre riferita a un uso "light" con tutti i sistemi di risparmio energetico attivi."
"Sul GPS è errato paragonare un prodotto come Prime ad uno smartphone. Innanzitutto perché gli smartphone utilizzano la connettività 3G per scaricare la tabella con la posizione dei satelliti e quindi identificare più rapidamente i satelliti. Cosa che può anche fare anche Prime via WiFi, ma solo quando è connesso. In secondo luogo perché Prime non nasce come Car Navigator, né ci immaginiamo che gli utenti lo usino mentre camminano per le strade della città, alla ricerca di una via o di un negozio. Per quelle cose ci sono appunto gli smartphone."

ASUS Eee Pad Transformer Prime ha il Bootloader bloccato

Presto disponibile in Italia al prezzo consigliato di 499 euro IVA inclusa, il nuovo ASUS Eee Pad Transformer Prime è oggetto di numerose critiche da parte degli utenti americani che l'hanno acquistato nelle scorse settimane.
 
Non solo ci sono dei gravi problemi a livello di autonomia e dell'aggancio ai satelliti per le funzionalità GPS (come vi abbiamo spiegato in un articolo separato), ma gli sviluppatori indipendenti si sono anche accorti che il tablet-netbook della compagnia taiwanese ha il Bootloader bloccato con chiave a 128 bit.
 
Si tratta di un sistema che rende praticamente impossibile lo sblocco del terminale senza gli strumenti e i codici forniti dal produttore. Con il Bootloader bloccato, non si può quindi procedere all'installazione di ROM personalizzate, come la famosa CyanogenMod.
I portavoce dell'azienda si sono giustificati dicendo che il prodotto "viene garantito così com'è, firmware differenti che alterino le funzionalità di base del prodotto o spingano l'hardware oltre le frequenze standard fanno decadere la garanzia e rischiano di compromettere l'affidabilità e il buon funzionamento del prodotto stesso."

Asus Eee Pad Transformer Prime


 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?