CEO BlackBerry: tra 5 anni i tablet non li vorra' nessuno

 

L'amministratore delegato di Blackberry, Thorsten Heins, non è un fan dei tablet

Scritto da Simone Ziggiotto il 03/05/13 | Pubblicata in BlackBerry | Archivio 2013

 

L'amministratore delegato di Blackberry, Thorsten Heins, non è un fan dei tablet. Heins ha messo in dubbio la necessità di questo tipo di dispositivi mobili in un'intervista a Bloomberg rilasciata lo scorsa Lunedi. "In cinque anni non credo che ci sarà un motivo per avere un tablet", ha detto a Bloomberg.

Sono parole importanti per BlackBerry, che, naturalmente, ha avuto una storia difficile visto che il suo unico tentativo di entrare nel mercato dei tablet è fallito con il BlackBerry PlayBook. Il PlayBook, che è stato un flop enorme quando ha debuttato diversi mesi fa perchè privo di supporto per diversi servizi e applicazioni di messaggistica, è ora considerato inutile come dispositivo. Eppure, ci sono alcuni fedeli a BlackBerry che sono desiderosi di un successore del PlayBook, a patto che esegua il più recente sistema operativo BlackBerry 10 - un'ipotesi che comunque Heins ha negato.

Blackberry CEO

Il dirigente della società ha detto in precedenza che Blackberry non avrebbe più fatto un tablet, almeno se non si riesce a farlo con una previsione di profitto elevata. Il CEO ha anche detto di non credere che il business dei tablet durerà a lungo, ribadendo che potrà esserci bisogno di dispositivi con schermi più grandi dei telefoni attuali in futuro, ma non necessariamente di tablet.

"Nei prossimi 5 anni BlackBerry diventerà il leader assoluto del mobile computing; questo è il mio obiettivo, voglio guadagnare tutte le quote di mercato che posso, ma non copiando", ha detto Heins.

BlackBerry ha poi rilasciato una dichiarazione per quanto riguarda i commenti di Heins: "I commenti che Thorsten ha fatto ieri sono in linea con i commenti precedenti che ha fatto circa il futuro del mobile computing in generale, e le possibilità che includano la nostra piattaforma BlackBerry 10. Continuiamo a valutare la nostra strategia 'tablet', ma non cambieremo la nostra strategia nel breve termine. Quando avremo informazioni sul futuro del progetto PlayBook, ve lo diremo.".

Apple ha fatto montagne di soldi vendendo il suo tablet iPad. E, redditizio o meno, Amazon ha visto una forte crescita nella domanda dei suoi dispositivi della gamma Kindle Fire negli ultimi tempi. Samsung Electronics deve molto al mercato dei tablet, con le gamme Galaxy Tab e Galaxy Note che fanno da motore di crescita per l'azienda coreana.

Le dichiarazioni di Heins vanno di molto a contrasto con quando la società di ricerca IDC ha illustrato di recente, fotografando il mercato dei tablet come tra i mercati che hanno registrato la più forte crescita nel primo trimestre del 2013: del 142,5 per cento su base annua.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?