BlackBerry Messenger per Android e iOS: non e' mai troppo tardi

 

Ora BlackBerry sta giocando veramente tutte le sue carte per tornare ai fasti di un tempo

Scritto da Maurizio Giaretta il 15/05/13 | Pubblicata in BlackBerry | Archivio 2013

 

Ora BlackBerry sta giocando veramente tutte le sue carte per tornare ai fasti di un tempo. La società canadese si è decisa a compiere una mossa che non aveva mai fatto in tanti anni, ovvero rendere disponibile per la concorrenza Android e iOS la propria piattaforma di comunicazione BlackBerry Messenger.

Nell'immagine: il nuovo BlackBerry Q5


Che sia un gesto di disperazione oppure una mossa strategica calcolata a puntino probabilmente non lo sapremo mai. L'unica cosa certa è che, secondo quanto comunicato da Thorsten Heins, questa Estate chiunque abbia un telefonino Android o iOS potrà collegarsi al negozio di applicazioni e procedere al download gratuito.

"Molte volte avevamo sentito che il progetto era partito, poi era stato fermato, poi era ripartito per essere rifermato" ha affermato Ted Livingston, CEO dell'applicazione di messaggistica gratuita Kik (la cui base di utenti cresce quotidianamente al ritmo di 200.000 unità). "Sta diventando chiaro a chiunque che le applicazioni più riuscite sono quelle di messaggistica" ha aggiunto.

Quando era ancora al comando dell'azienda, il CEO Jim Balsillie aveva cominciato a pensare a una strategia multipiattaforma. Ma, dopo essere stato sostituito proprio da Thorsten Heins a inizio 2012, secondo quanto riporta Reuters le cose si erano fermate. Heins aveva voluto dar la precedenza allo sviluppo dei nuovi smartphones.

"Gli utenti ce lo domandavano da anni"

Messenger da l'opportunità a tutti coloro che hanno uno smartphone BlackBerry di comunicare gratuitamente. Ma se pochi anni fa gli iscritti al servizio erano molti, ora le cose non sono più così. A che cosa serve avere un'applicazione per comunicare gratis quando non c'è nessuno con cui farlo? Proprio per questo ci domandiamo se la scelta sia stata mossa dalla necessità o da un'oculata strategia.

"Gli utenti ce lo domandavano da anni" ha aggiunto Andrew Bocking, vice presidente esecutivo del software e dell'ecosistema BB. Perchè aspettare così tanto allora? Perchè "ora è il momento giusto".

Probabilmente la società canadese è stata spinta a compiere tale decisione osservando il successo di applicazioni come WhatsApp, Viber e compagnia bella. Probabilmente se si avesse aspettato ancora qualche mese per fare questa scelta, potrebbe essere stato troppo tardi. Chi lo sa.

Le applicazioni di messaggistica gratuita sono sempre più in voga tra gli utenti di tutto il mondo. E non è affatto una sorpresa, considerato che, tra le mille funzioni che mettono a disposizione, i telefonini rimangono sono fatti apposta per comunicare.

Secondo quanto riportato, al Google IO 2013 (15/17 Maggio) anche la Grande G presenterà un nuovo servizio di messaggistica unificato. Dovrebbe chiamarsi Babel, dovrebbe essere un servizio 'premium' al pari di Maps e di Gmail e - soprattutto - dovrebbe aver successo laddove i vari Google Talk, Hangouts, Voice (fino ad arricare a Google Plus) non sono stati capaci di arrivare.

Per BlackBerry l'app Messenger sara' un successo

BlackBerry sembra essere molto confidente sul successo della propria applicazione Messenger anche tra gli utenti Android e iOS. Non potrebbe essere altrimenti, d'altronde.
 
Il fondatore della piattaforma, Mike Lazaridis, ha il presentimento che non saranno affatto pochi gli utenti dei due sistemi operativi più diffusi, Android e iOS, che cominceranno a usare la piattaforma di messaggistica BlackBerry Messenger, quando sarà resa disponibile nella seconda parte di quest'anno.
 

 
Messenger è sempre stato uno dei fiori all'occhiello della società canadese e inoltre è stata pesantemente aggiornata con l'introduzione della piattaforma BlackBerry 10. Una dimostrazione delle nuove funzionalità, tra le quali spicca la possibilità di condividere istantaneamente schermate del telefono durante una video chiamata, è stata fatta in occasione del lancio globale di BlackBerry Z10.
 
Il problema tuttavia è il seguente: che cosa farsene di un servizio come BlackBerry Messenger quando la base di utenti BlackBerry è in costante diminuzione? A che cosa serve un servizio per comunicare quando non c'è nessuno con cui farlo? Da qui, dunque, la scelta (molto probabilmente obbligata) di presentare l'applicazione nella veste per gli altri sistemi operativi (per il momento non è menzionato Windows Phone).
 
BBM, che attualmente è in uso da 60 milioni di utenti, è stato annunciato per Android e iOS la settimana scorsa. Arriverà "nei prossimi mesi"; non è stata fornita una data precisa. Sarà scaricabile gratuitamente ed entrerà in competizione con servizi come WhatsApp, Viber, Hagouts, eccetera.
"BlackBerry Messenger è decisamente il migliore come servizio wireless e come social network", ha affermato martedì il co-fondatore durante il Summit Bloomberg Canada Economic di Toronto.
 
Bloomberg fa notare che con questa mossa, nonostante sarà estesa la base di utenti, BlackBerry pederà il controllo sul proprio servizio. Inoltre non è chiaro come farà ad avere un rientro economico: con la pubblicità? Con un costo di sottoscrizione a partire dal secondo anno vedi WhatsApp)? O in altre forme?
 
Ora Mike Lazaridis, che ha lasciato la società canadese, si interessa di nanotecnologie e di computing quantistico, ovvero in tecnologie che operano su dimensioni degli atomi, con lo scopo della commercializzazione. A Settembre ha fondato il Mike & Ophelia Lazaridis Quantum-Nano Centre di Waterloo, donando 100 milioni di dollari. "Dopo quasi 30 anni al timone, penso sia giunta l'ora per me di fare qualcosa di nuovo" aveva affermato.
 
"Ci siamo già persi la prima rivoluzione della Silicon alley e non possiamo perderci anche questa", ha affermato riferendosi all'industria tecnologica canadese.
 

BlackBerry Messenger arriva su iOS e Android

Al BlackBerry Live 2013 è stata annunciata l'introduzione di BBM Channels in Blackberry Messenger e la futura disponibilità del social network per dispositivi iOS e Android.

BBM è stata una delle caratteristiche più popolari della piattaforma BlackBerry OS, anni prima che ci fosse iMessaging, Viber o WhatsApp. Ieri, in occasione dell'annuale conferenza per sviluppatori Blackberry Live 2013, l'amministratore delegato Thorsten Heins ha annunciato che questa estate il servizio di messaggistica BlackBerry sarà reso disponibile come applicazione di terze parti per le due più popolari piattaforme mobili - iOS Android.
 
Blackberry Messenger

 
Inizialmente, il BlackBerry Messenger, o BBM, come è più comunemente noto, supporterà solo le chat BBM, chat con più persone, la condivisione di note vocali e BlackBerry Groups, dove gli utenti BBM sono in grado di raggruppare per gruppi gli amici con cui condividere calendario, foto, immagini, ecc.
 
Tuttavia, come dichiarato dallo stesso Heins sul palco in quel di Orlando, la società ha in programma di integrare il più possibile BBM sulle piattaforme di Apple e Google. BlackBerry ha intenzione di espandere le funzionalità di iOS e Android con alcune delle nuove features di BBM come le chiamate vocali e video, Screenshare e BBM Channels da poco annunciati. Queste funzionalità verranno incluse con successivi aggiornamenti.
 
BBM Channels è stato pensato per coloro che vogliono condividere le loro esperienze oltre la propria rete di amici e che vogliono entrare a far parte di comunità su temi a cui sono interessati. Channels è una nuova piattaforma di social engagement basata su BBM che permetterà di connettersi ai settori, ai brand alle celebrity e ai gruppi di interesse.
BlackBerry Messenger sarà quindi disponibile anche per gli utenti iOS e Android con un supporto previsto per iOS6 e Android 4.0 (Ice Cream Sandwich) e successivi, previa approvazione da parte di Apple App Store e Google Play.
 

BBM verra' preinstallato su alcuni smartphone Android

L'applicazione Blackberry Messenger potrà essere integrata di default nei nuovi smartphone Android. Nel frattempo, il 27 giugno sarà negli store di Apple e Google scaricabile come app di terze parti per smartphone Android e iOS.

All'inizio del mese scorso BlackBerry ha annunciato che porterà il suo molto popolare BlackBerry Messenger (conosciuto in breve anche come BBM) sui dispositivi Android e iOS, ma solo ora scopriamo che la canadese sta mirando molto più in alto - Blackberry vuole riuscire a installare di default BBM nei nuovi telefoni.
 
Blackberry Messenger
 
"C'è interesse da parte di altri produttori di telefonini", ha detto il dirigente di BlackBerry Kristian Tear, ma non ha specificato quali. Apple non è certamente una di loro (ha un servizio concorrente, iMessage), e sarà forse più facile convincere i produttori di smartphone Android (tranne forse Samsung, che ha già il suo servizio ChatOn).
 
Mentre BBM continua a registrare popolarità al ribasso, è ancora utilizzato da 51 milioni di utenti per una media di 90 minuti al giorno. Il numero di utenti mensili è solo un po' più alto - 60 milioni di utenti attivi - il che significa che la maggior parte delle persone che hanno BBM lo usano frequentemente.
 
Blackberry Messenger (BBM) arriverà su dispositivi Android e iOS dal 27 giugno, scaricabile come app di terze parti dall'AppStore per i dispositivi Apple, mentre sarà disponibile in Google Play Store per dispositivi Android. G
 
Gli utenti Android e gli utenti iOS non potranno godere inizialmente della piena esperienza di BlackBerry Messenger, ma al lancio del servizio saranno supportate le chat (tra cui le chat multi-utente), Gruppi e note vocali. Chiamate vocali e video e la condivisione dello schermo dovrebbero essere funzionalità aggiunte in seguito tramite aggiornamento software.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?