Chrome dal 2014 blocchera' i Plug-In

 

Usate spesso plug-in come Silverlight e Java? Bene, a partire dal prossimo anno la maggior parte dei plug-in saranno bloccati nel browser Chrome, vi spieghiamo il perchè

Scritto da Simone Ziggiotto il 25/09/13 | Pubblicata in Browser | Archivio 2013

 

Usate spesso plug-in come Silverlight e Java? Bene, a partire dal prossimo anno la maggior parte dei plug-in saranno bloccati nel browser Chrome, vi spieghiamo il perchè.

A partire da gennaio 2014, Google vieterà tutti i plug-in a favore di metodi di programmazione che utilizzano gli standard costruiti direttamente nel Web. A dirlo è l'ingegnere per la sicurezza di Chrome, Justin Schuh, con un annuncio apparso in un post sul blog Lunedi: "i plug-in saranno bloccati dal prossimo anno", ha detto.

browser Google Chrome

La maggior parte dei plug-in per Chrome (da non confondere con le estensioni add-on) utilizzano una tecnologia che il browser di Google cerca di 'sbarazzarsi' da anni:  l'interfaccia di programmazione Netscape, o NPAPI. Chrome, unico tra i browser, ha una seconda interfaccia chiamata Pepper (PPAPI), la quale rimarrà attiva - ed è proprio con questa che Google mette in funzione il Flash Player di Adobe Systems, di gran lunga il più diffuso plug-in per browser web.

"Il Web si è evoluto. I browser di oggi sono più veloci, più sicuri e più capaci rispetto ai loro antenati", ha detto Schuh . "Nel frattempo, l'architettura degli anni '90 - NPAPI - è diventata una delle principali cause di blocchi, crash, incidenti di sicurezza, e della complessità del codice. A causa di questo, Chrome non supporterà più NPAPI dal prossimo anno.".

La decisione di Google è un nuovo passo nel superare l'epoca precedente di sviluppo di browser, quando Internet Explorer 6 ha stabilito l'innovazione proponendo plug-in come il Flash Player. Microsoft ha già vietato la maggior parte dei plug-in in Internet Explorer con Windows 8, rendendo l'interfaccia utente di IE più fluida e funzionale.

L' azienda ha detto che "temporaneamente questi popolari plug-in presenti oggi su Chrome e basati su architettura NPAPI rimarranno in una 'whitelist' a partire dal gennaio 2014", fino a quando non sarà pronta la versione basata su Pepper:

• Silverlight (che Google ha detto che è stato installato dal 15 per cento degli utenti di Chrome nel mese scorso);
• Unity (presente nel 9,1 per cento)
• Google Earth (9,1 per cento)
• Java (8,9 per cento)
• Google Talk (8,7 per cento)
• Facebook Video (6,0 per cento)

Tutti gli altri plug-in basati su NPAPI verranno bloccati di default per motivi di sicurezza.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?