Google: Dopo Istant Search, arriva Instant Pages

 

Ultima, ma non per importanza, è la nuova funzionalità delle Instant Pages, con cui Google vuole ulteriormente migliorare la propria user experience velocizzando le ricerche sul web

Scritto da Simone Ziggiotto il 16/06/11 | Pubblicata in Google | Archivio 2011

 

Ultima, ma non per importanza, è la nuova funzionalità delle Instant Pages, con cui Google vuole ulteriormente migliorare la propria user experience velocizzando le ricerche sul web.

Tale funzionalità consente a Google di precaricare automaticamente la pagina del primo risultato che appare una volta eseguita la ricerca in modo tale da risparmiare il tempo di caricamento della pagina web riducendolo a 0 secondi.

Il principio è semplice: per dato statistico, la maggior parte delle persone clicca sul primo risultato, motivo per cui Google avvia il precaricamento già in fase di ricerca.

La funzionalità di Instant Pages è disponibile nella versione attualmente in sviluppo di Google Chrome, la numero 13, della quale già nella prossima settimana verrà rilasciata la prima beta. Prossimamente il servizio sarà esteso anche ei dispositivi mobili.

L'utilizzo di questa funzionalità richiede da parte degli sviluppatori di pagine web la lettura di queste semplici istruzioni se vogliono utilizzare il preloading nelle proprie pagine. 

Di seguito è disponibile un breve filmato che spiega il funzionamento di Google Instant Pages:

Google sembra essere destinato a voler rivoluzionare le ricerche abbattendo i tempi con le quali queste vengono effettuate in modo tale che l'utente finale sia in grado di ricevere non 'risultati' ma semplici 'risposte' a quello che cerca.

Google aggiorna Google Plus per iOS, aggiunta l'istantanea negli Upload

 
L'applicazione Google Plus per iOS ha ricevuto un nuovo aggiornamento, che rende l'esperienza di utilizzo piu' simile alla versione per Android che ha già ricevuto le stesse nuove funzioni tempo fa. 
 
Tra le nuove caratteristiche, segnaliamo che anche gli utenti di iPhone e iPad possono ora condividere sul proprio profilo Plus in modo istantaneo le immagini presenti sul telefono.
 
Come gli utenti Android sanno, l'instant upload carica le immagini scattate con la fotocamera del telefono su una cartella privata nel proprio account Google Plus. In realtà è un modo pulito per eseguire il backup delle immagini su un telefono Android proprio come avviene con 'Album di foto' in iCloud, per cui gli utenti iOS potrebbero non aver bisogno di questo instant upload.
Google Plus
L'applicazione chiede ora se si desidera utilizzare solo la connettività Wi-Fi o la rete 3G per caricare le immagini, oppure è possibile disabilitare del tutto la connettività. L'applicazione deve essere in esecuzione in background per caricare istantaneamente le immagini non appena vengono scattate con la fotocamera del dispositivo, ma si possono anche eseguire i backup di nuove immagini ogni volta che si avvia l'applicazione.
Altra novità è l'inclusione del "What’s Hot" che ci consente di avere gli ultimi aggiornamenti anche dalle persone che non abbiamo inserito nelle nostre cerchie. Infine, nella nuova versione di Google Plus per iOS, ci sono anche alcune correzioni di bug e aggiornamenti di prestazioni incluse.
È possibile aggiornare l'applicazione tramite App Store direttamente sul proprio dispositivo iOS.

Google Search con Instant Pages


 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?