Polizia Postale: Sicurezza su Internet, buono a sapersi

 

Prendono il via gli appuntamenti della Polizia Postale e delle Comunicazioni per il progetto “Buono a sapersi”, in programma in 100 scuole di 100 province una volta al mese fino a maggio 2013

Scritto da Simone Ziggiotto il 27/09/12 | Pubblicata in Google | Archivio 2012

 

Prendono il via gli appuntamenti della Polizia Postale e delle Comunicazioni per il progetto “Buono a sapersi”, in programma in 100 scuole di 100 province una volta al mese fino a maggio 2013. Inoltre, sono previste lezioni in Hangout On Air (le videoconferenze gratuite) su Google Plus per tutti coloro che non potranno partecipare agli incontri nelle scuole selezionate.

Il calendario è consultabile sul sito google.it/BuonoASapersi e i prossimi appuntamenti di quest’anno si svolgeranno il 25 ottobre, 22 novembre e 13 dicembre nelle scuole. L’obiettivo è quello di insegnare agli studenti come sfruttare le potenzialità di internet senza incorrere nei rischi connessi alla violazione della privacy. 

La navigazione internet in totale sicurezza per poter gestire i propri dati online è una necessità degli utenti che emerge da un’indagine condotta su un campione di 1.000 utenti di internet. Secondo quanto rilevato, il 79% degli utenti di internet ha timore nell’utilizzare internet, di cui il 95% dentifica i timori nella paura di un utilizzo improprio dei suoi dati. L’indagine evidenza come gli utenti considerino trasparenza e controllo il giusto compromesso per superare le preoccupazioni.

Google Buono a sapersi

Dopo il lancio del sito Buono a Sapersi, inauguriamo oggi iniziative di formazione e confronto sui temi della sicurezza e della privacyPer raggiungere ragazzi e adulti, i corsi si terranno tanto nelle scuole, ad opera della Polizia Postale e delle Comunicazioni, quanto online sulla pagina Google+ di Google Italia. Saper utilizzare in modo consapevole la rete è un requisito importante per trarre il massimo vantaggio di tutte le opportunità che lo strumento offre.”
ha commentato Simona Panseri, Direttore Comunicazione & Public Affairs di Google in Italia.“

Gli incontri formativi della Polizia Postale e delle Comunicazioni si svolgeranno nelle scuole coinvolte durante la terza settimana di ogni mese.

Vodafone Italia e Polizia di Stato insieme per la tutela dei minori

Vodafone Italia ha annunciato Vodafone Smart Tutor in collaborazione con la Polizia di Stato, Si tratta della nuova applicazione per telefoni cellulari creata per tutelare i minori dall'utilizzo dello smartphone.

Con Smart Tutor è possibile tutelare i minori da una serie di impostazioni che ne renderanno più sicuro e consapevole l’utilizzo del telefono. Infatti, l'applicazione consente di selezionare con quali numeri fidati i minori possono entrare in contatto e bloccare quelli indesiderati, scegliere quali app i propri figli possono utilizzare, evitare distrazioni (magari a scuola) grazie alla possibilità di limitare la funzioni ad una determinata fascia oraria.
 
Vodafone Smart Tutor
 
Per Antonio Apruzzese, Direttore del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni, “la Polizia Postale e delle Comunicazioni, impegnata attivamente in campagne informative e di educazione alla legalità, vede sempre con favore iniziative volte a rafforzare la tutela dei minori nell’utilizzo dei moderni sistemi di comunicazione”.
Chi vuole scaricare l'applicazione, completamente gratuita, puo' farlo dal portale InFamiglia del sito Vodafone, dall’Android Market e dal sito smart.vodafone.it.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?