Google Glass, ecco la tastiera laser per gli input testuali

 

Nella prima metà del 2012 Google aveva pubblicato in anteprima un video che mostrava che cosa si sarebbe potuto fare con il Project Glass

Scritto da Maurizio Giaretta il 18/01/13 | Pubblicata in Google | Archivio 2013

 

Nella prima metà del 2012 Google aveva pubblicato in anteprima un video che mostrava che cosa si sarebbe potuto fare con il Project Glass. Il progetto, che sta riscontrando parecchia curiosità, continua il suo sviluppo; gli occhiali interattivi potrebbero essere dotati di un sistema laser che consenta di gestirli non solo tramite controlli vocali.

Ad Aprile ci eravamo fatti un'idea delle applicazioni che sarebbero state possibili con i Google Glass: avevamo appreso che, una volta indossati, senza particolari ingombri si sarebbero potuti, per esempio, aggiornare i social network, comunicare con gli amici, registrare filmati, ottenere informazioni, guardare immagini e video, ascoltare la musica. Tutto ciò può essere eseguito tramite i controlli vocali.

Abbiamo intuito anche che potrebbero, in un futuro non molto lontano, essere un complemento degli attuali telefonini (o addirittura potrebbero sostituirli completamente). Per rendere questo scenario plausibile, tuttavia, in molti si saranno domandati: "e se dovessi inviare un messaggio?". Questo è lo stesso quesito che probabilmente si sta facendo da tempo anche la Grande G.

Una prima risposta la possiamo pescare dall'US Trademark e Patent Office. "Tramite laser viene proiettato uno schema su una superficie. Un'apposita fotocamera cattura le immagini e le interpreta per determinare i comandi. Il proiettore potrebbe essere posizionato su un braccio oppure su un paio di occhiali [...] e servirebbe a mostrare uno schema sulla mano dell'utente. La fotocamera potrebbe riconoscere quando l'utente fa uso della mano opposta per selezionare gli input virtuali".

In altre parole questo brevetto, che riporta la data di Giugno 2012, spiega che sulla mano dell'utente potrebbe essere proiettata una tastiera virtuale in maniera da scrivere messaggi così come oggi avviene con i telefonini. Il pattern (lo schema), essendo virtuale, può cambiare trasformandosi da tastiera a un menu. Questo sistema non servirebbe pertanto solamente a inserire messaggi, bensì ad avere un controllo gestuale completo degli smart glass.

"Una tastiera virtuale che venga proiettata sugli arti o su altri generi di superfici? E' quel genere di idee pazze che normalmente ci aspetteremmo da Microsoft Research, non da Google" scrive Engadget.

Ora bisogna vedere se sarà proprio questo il sistema che sarà adottato definitivamente oppure se ne saranno sviluppati degli altri. Ci sono infatti dei pro e contro da valutare. I primi li abbiamo già analizzati. Tuttavia un proiettore laser ha bisogno di energia, pertanto la batteria degli smart glass potrebbe essere ampliata (magari non troppo da farli diventare ingombranti). Staremo a vedere.

Sembra di entrare a far parte di un film di fantascienza.

Gli occhialini intelligenti di Google hanno un design minimalista e sono realizzati in alluminio. Sono ancora in sviluppo e ci vorrà ancora un pò prima che entrino nella fase di commercializzazione. Si basano sul sistema operativo Android, sviluppato proprio da Google.

Il Project Glass è in sviluppo dal team del Google X Lab, lo stesso che si occupa di altri progetti futuristici come le automobili auto-guidate. A Novembre è stato riconosciuto dal Time Magazine una delle "migliori invenzioni del 2012".

Project Glass: One day...


Project Glass: Skydiving Demo at Google IO 2012


 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?