Google lancia Google Keep, l'app prendi-appunti per Android

 

Meno di due giorni fa lo avevamo anticipato, ma ora tutto è diventato ufficiale: Google Keep, l'applicazione Android per prendere note e salvarle nella cloud di Google per potervi accedere ovunque e da qualunque dispositivo

Scritto da Simone Ziggiotto il 21/03/13 | Pubblicata in Google | Archivio 2013

 

Meno di due giorni fa lo avevamo anticipato, ma ora tutto è diventato ufficiale: Google Keep, l'applicazione Android per prendere note e salvarle nella cloud di Google per potervi accedere ovunque e da qualunque dispositivo.

Pochi giorni fa, ci siamo accorti che Google aveva messo online una pagina che introduceva ad un nuovo servizio chiamato Google Keep. Il sospetto è stato che Mountain View stava effettuando gli ultimi test di servizio della piattaforma prima di ufficializzarla e aprirla al pubblico; detto fatto, in due giorni ecco che il servizio è stato presentato e lanciato ufficialmente per Android: Google Keep.

Ma che cos'è Google Keep? Si tratta di un'applicazione per Android che permette di prendere appunti e sincronizzarli su tutti i dispositivi, desktop e mobili, associati al proprio account. Infatti, Keep si sincronizza con il proprio account Google Drive, il servizio di storage online introdotto da Google il 24 aprile 2012 che permette il salvataggio in hosting i documenti fino a 5 GB gratuiti per ciascun utente.

Oggi, il servizio Keep è stato ufficialmente annunciato ed è già scaricabile l'applicazione dal Google Play Store gratuitamente. L'app permette di scrivere una nota e recuperala facilmente ovunque ci si trova. E' possibile creare una lista, inserire una nota vocale o scattare una foto con la fotocamera del telefono o tablet e aggiungerla in una nota.Tutto ciò che viene aggiunto è subito a disposizione su tutti i dispositivi collegati allo stesso account, sia desktop che mobili.

È interessante notare che l'applicazione web consente di aggiungere qualsiasi immagine che si desidera nella nota, a differenza l'applicazione per Android. Quest'ultima viene però fornita con tre widget. Uno piccolo per prendere appunti velocemente, uno più grande che mostra anche tutta la nota con la possibilità anche di scorrerla all'interno del widget se molto lunga, mentre un terzo è disponibile solo per utenti Android 4,2 che si può mettere sulla lockscreen.

Riassumendo, con Google Keep è possibile:
- Prendere appunti tramite note, elenchi e foto
- Trascrivere automaticamente le note vocali
- Utilizzare i widget della schermata Home per un accesso rapido (2 per Android 4.0 e successive più uno per Android 4.2)
- Assegnare colori diversi alle note per trovarle più facilmente
- Far scorrere le note per archiviarle quando non servono più
- Trasformare le note in elenchi aggiungendo delle caselle di controllo
- Utilizzare le note ovunque ci si trova trovi perchè vengono sincronizzate nella cloud e disponibili subito anche sul Web

L'applicazione Google Keep è gratuita e può essere installata da dispositivi con sistema operativo Android 4.0 Ice Cream Sandwich e superiori. Nel player qui sotto potete vedere un'anteprima video di come funziona Google Keep.

Google Keep, notifiche con le schede Google Now

La Grande G ha annunciato l'aggiornamento per Google Keep. La nuova versione dell'applicazione ora è in grado di lavorare fianco a fianco con le schede di Google Now.
 

 
Keep è un'applicazione che consente di prendere appunti, di segnarsi la lista della spesa, di ricordarsi gli appuntamenti e che torna utile ogni qualvolta si renda necessario annotare qualcosa.
 
Con il nuovo software rilasciato in data 22 Agosto, è stato integrato ancor meglio nell'intero sistema operativo Android.
Quando si inserisce una nota, basta premere sul pulsante "ricordamelo" e poi scegliere il tipo di notifica che si preferisce. Si possono scegliere degli avvisi in base a data e ora specifiche, oppure si può optare più genericamente per "domani mattina".
Si può aggiungere anche una destinazione al promemoria, tramite l'integrazione con le mappe. Funzione interessante è quella che, una volta scelta una zona della cartina, Google Keep cominci a fornire suggerimenti sui posti nelle vicinanze.
 
Al momento giusto si riceve la notifica, direttamente sotto la forma di una scheda Google Now. Ma siccome il tempo cambia le cose, se si preferisce procrastinare l'avviso allora è possibile premere il pulsante "posticipa", un pò come si fa con la sveglia quando suona alla mattina.
 
L'interfaccia dell'applicazione è molto gradevole, in quanto ricorda quella di una rivista. Solamente che, al posto degli articoli, sono elencati i promemoria. L'articolo di fondo di oggi è: acquistare le mele, le banane e il latte al supermercato.
 
Ma se si desidera tener separata la vita privata dalle cose di lavoro, è sempre possibile abbinare ciascun impegno con uno specifico account.
Le note possono essere anche visuali, in quanto l'app è integrata con la galleria di immagini oppure direttamente con la fotocamera. Per inserire una foto in un promemoria basta scegliere la modalità che si preferisce.
 

Google Keep, ultimi test prima del lancio

Google si prepara a lanciare un nuovo servizio, Google Keep, correlato a Google Drive. Keep tornerà utile per prendere appunti e creare promemoria, e sarà accessibile sia sul computer desktop che da dispositivi mobile, tablet e smartphone.
 
Google sta preparando un nuovo servizio, chiamato Google Keep, che potrebbe essere lanciato nel giro di pochi gironi. Già nella giornata di ieri, infatti, ci sono stati alcuni 'test di servizio' in quanto è stata messa online la pagina https://drive.google.com/keep/, prontamente resa inaccessibile dopo poche ore. Essendo accessibile da un sottodominio del servizio Google Drive, Keep potrebbe essere un prodotto correlato in qualche modo a Drive.
 
Google Keep
 
Mentre Google Drive è un servizio di storage online introdotto da Google il 24 aprile 2012 che permette il salvataggio in hosting i documenti fino a 5 GB gratuiti per ciascun utente, Google Keep dovrebbe essere uno strumento utile per prendere appunti, aggiungere colori e immagini ai documenti, creare liste, scadenze e promemoria, a cui si potrà accedere quando si vuole e da qualsiasi dispositivo, anche offline. Una sorta di Office gratuito e integrato in Drive, sostanzialmente.
 
"Siamo a conoscenza di un problema con Google Drive che sta interessando un numero significativo di utenti. Gli utenti sono impossibilitati ad accedere al servizio. Forniremo un aggiornamento a breve, con dettagli sulle tempistiche necessarie per una soluzione."

A far presumenre che il lancio di Keep è imminente, il fatto che per alcune ore nella giornata di ieri il servizio Google Drive è stato offline per diversi utenti: in questo arco di tempo Google potrebbe aver testato che i due servizi funzionino a dovere, prima di dichiarare Keep pronto per il lancio pubblico. 
Secondo quanto riportano i colleghi di Android police, che sono riusciti a scattare lo screenshot del servizio che vedete qui sopra prima che Keep tornasse offline, il servizio si basa su un'interfaccia estremamente semplice e funzionale, il che ci fa presumere che sarà la stessa per desktop, smartphone e tablet. Inoltre, sembra che arriverà sul Google Play Store un'app dedicata proprio a Google Keep, a meno che il servizio non venga integrato alla già esistente app Google Drive tramite un aggiornamento software per semplificare la gestione dei file.

Google Keep


 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?