Google Street View a Fukushima, le immagini a due anni dal disastro

 

A due anni di distanza dal disastro di Fukushima, Google ha mandato Street View sul posto, per catturare le immagini della città fatiscente

Scritto da Simone Ziggiotto il 28/03/13 | Pubblicata in Google | Archivio 2013

 

A due anni di distanza dal disastro di Fukushima, Google ha mandato Street View sul posto, per catturare le immagini della città fatiscente.

Due anni fa, nel marzo del 2011, a Fukushima ci sono stati una serie di quattro distinti incidenti presso la centrale nucleare omonima a seguito del terremoto, e successivo maremoto, del Tohoku. Sono ancora off-limits le aree circostanti la zona del disastro, ma Google ha mandato gli esperti di Street View a rilevare le immagini del luogo.

Google ha infatti messo online le immagini su Street View di quello che rimane di Fukushima dopo gli eventi eventi di due anni fa.

L'11 marzo, a seguito della mancata alimentazione dei sistemi di refrigerazione dell'impianto di Fukushima Dai-ichi, la TEPCO ha dichiarato lo stato di emergenza, questo ha portato le autorità ad evacuare la popolazione residente entro i 3 km dall'impianto, cioè 1000 persone circa. Namie-machi, che un tempo era la città dove risiedevano circa 21 mila persone (20 695 evacuate), ha rivisto una presenza umana nel febbraio di quest'anno grazie alle troupe di Street View che, con le consuete auto dotate di fotocamera a 360 gradi, ha rilevato la città vuota.

Per la realizzazione delle foto, Google Street View ha come sempre usato apposite fotocamere (le Dodeca 2360, dotate di 11 obiettivi) collocate sul tetto delle sue automobili denominate Google Cars: modello Toyota Prius in Giappone.

Il sindaco della città, Tamotsu Baba, ha diffuso il seguente messaggio attraverso il blog giapponese di Google:

"Dal disastro di marzo, il resto del mondo è andato avanti e molti posti in Giappone hanno iniziato la ricostruzione. Ma a Namie-machi il tempo i è fermato. Con il persistente rischio nucleare, abbiamo potuto fare solo lavori veloci e sbrigativi in questi due anni. Apprezzeremmo molto se vedeste queste immagini di Street View per capire quale sia l’attuale stato di Namie-machi e la gravità della situazione".

Per 'visitare' anche voi le zone interessate potete andare su Google Maps o guardare alcune immagini nella galleria fotografica qui sopra.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?