Google Doodle ricorda Eulero a 306 anni dalla nascita

 

Google oggi, lunedì 15 Aprile 2013, celebra con un Doodle il matematico dell’illuminismo, nonchè fisico svizzero, Eulero nel suo 306esimo anniversario della nascita, che ricordiamo risalire al 17 aprile 1707 in quel di Basilea

Scritto da Simone Ziggiotto il 15/04/13 | Pubblicata in Google | Archivio 2013

 
Google oggi, lunedì 15 Aprile 2013, celebra con un Doodle il matematico dell’illuminismo, nonchè fisico svizzero, Eulero nel suo 306esimo anniversario della nascita, che ricordiamo risalire al 17 aprile 1707 in quel di Basilea.

All’anagrafe Leonhard Euler, noto in Italia come Eulero (nato a Basilea il 15 aprile 1707, morto a San Pietroburgo il 18 settembre 1783), è stato un matematico e fisico svizzero. Eulero lo si associa a formule matematiche, teoremi ed equazioni ma allo stesso tempo ad oggetti matematici è stato nel corso degli anni associato l’aggettivo "euleriano". Tra questi il ciclo euleriano, la funzione euleriana, la catena euleriana.

Googlr Doodle

Eulero nacque da pastore protestante e la madre era Marguerite Brucker. Ebbe due sorelle, Anna Maria e Maria Magdalena. Poco dopo la nascita di Leonhard, la famiglia si trasferì a Riehen, dove Eulero passò la maggior parte dell'infanzia. Paul Euler era amico della famiglia Bernoulli e di Johann Bernoulli, tra i più noti matematici d'Europa, che ebbe molta influenza su Leonhard. Eulero entrò all'università di Basilea a tredici anni e si laureò in filosofia; allo stesso tempo seguiva gli studi di matematica di Johann Bernoulli, che aveva trovato in lui un enorme talento.

Eulero è oggi considerato il più importante matematico dell'Illuminismo, contributore di analisi infinitesimale, funzioni speciali, meccanica razionale, meccanica celeste, teoria dei numeri, teoria dei grafi. Diede anche contributi importanti alla fisica e in particolare alla meccanica classica e celeste. Sviluppò, ad esempio, l’equazione delle travi di Eulero-Bernoulli e le equazioni di Eulero-Lagrange.

"Leggete Eulero; egli è il maestro di tutti noi"
Pierre Simon Laplace

In vita, Eulero ha avuto momenti difficili, come la perdita della vista durante la sua carriera. Dopo aver sofferto di una febbre cerebrale, nel 1735 diventò quasi cieco all'occhio destro a causa del lavoro scrupoloso di cartografia che effettuò per l'Accademia di San Pietroburgo. La vista di Eulero da quell'occhio peggiorò al punto che, durante il suo soggiorno in Germania presso la corte di Federico II, fu soprannominato "il mio Ciclope". Come facile prevedere, il suo stato ebbe scarso effetto sul suo rendimento ma riuscì a compensare la vista con le sue abilità mentali di calcolo e memoria fotografica. In seguito la perdita della vista, Eulero fu aiutato da Nicolaus Fuss, che gli fece da segretario.

Eulero ha scritto anche molte opere, tra cui Mechanica, sive motus scientia analytica exposita (1736); Tentamen novae theoriae musicae (1739); Solutio problematis ad geometriam situs pertinentis (1741); Dissertatio de magnete (1743); Institutiones calculi integralis (1768-1770); Lettres à une Princesse d'Allemagne (1768-1772); Theoria motuum lunae (1772).
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?