Google Plus: nuovo layout, Hangouts, Fotografie

 

Google ha aggiornato Google Plus con un nuovo design flessibile e dinamico

Scritto da Simone Ziggiotto il 17/05/13 | Pubblicata in Google | Archivio 2013

 

Google ha aggiornato Google Plus con un nuovo design flessibile e dinamico. Novità anche per Hangouts, che ora diventa un'app per Apple e Android e sostituisce Google Talk.

Google Plus è stato uno dei servizi che ha ottenuto un importante aggiornamento dopo il discorso di presentazione tenutosi in occasione della conferenza annuale per sviluppatori Google I/O 2013 ieri a San Francisco. Il social network ha ora un'interfaccia utente ridisegnata con un nuovo layout per il flusso di contenuti.

Google Plus nuovo design

Stream. Google ha preso il design multi-colonna dei dispositivi mobili e lo ha portato anche nella versione desktop, rendendo l'interfaccia bella e dinamica. Allo scorrimento della pagina vi è un continuo inserimento di nuovi contenuti. Inoltre, le immagini vengono visualizzate solo quando compaiono nella finestra in modo da non rallentare il caricamento della pagina e le animazioni vengono attivate solo al passaggio del mouse.

Hangouts. Anche il servizio Google Hangout ha ricevuto qualche aggiornamento, a partire dalla possibilità di salvare le conversazioni aperte con gli amici nelle cerchie. Gli Hangout, per Google, dovranno diventare un nuovo modo di comunicare tra gli utenti. Per questo, cambia la modalità di gestione dei contatti e delle discussioni, in modo che l'esperienza d'uso del social network risulti il più semplice e veloce possibile, senza più ostacoli per conoscere nuove persone. 

Ma c'è di più: Hangouts è ora un'applicazione per smartphone e tablet, sia per iOS che Android, che va a sostituire Google Talk. Con l'app, è possibile trasformare in una videochiamata qualsiasi conversazione che coinvolge fino a dieci amici; inviare messaggi agli amici in qualsiasi momento, anche quando non sono connessi. Gli Hangout restano sincronizzati tra più dispositivi, permettendo di passare da un dispositivo all'altro ovunque ci si trova. E' possibile guardare le conversazioni passate, incluse le foto condivise e la cronologia delle videochiamate.

Hashtag. Google ha introdotto gli hash tag correlati, con un algoritmo che analizza il contenuto del post e inserisce automaticamente gli opportuni hash tag. Non sarà quindi necessario inserire la parola preceduta dall'asterisco (esempio: #test). Il social network mostrerà anche gli elementi correlati dalle fonti principali così come dai propri contatti.

Fotografie. Google ha alzato il limite dello spazio per le immagini da 5 a 15GB, permettendo agli amanti della fotografia di condividere tutto ciò che catturano quotidianamente, praticamente senza limiti. Il nuovo algoritmo che Google ha sviluppato aiuta l’utente a riorganizzare le proprie immagini, perchè in grado di identificare la tipologia di scatto (panorami, primi piani, ecc), valutare la qualità dell'immagine (scadente o ad alta risoluzione) e capire gli interessi degli utenti.

Inoltre, le immagini possono essere modificate anche dopo che vengono caricate sul proprio profilo Plus. Con lo strumento "Auto-enhance" Google promette di migliorare in modo semplice gli scatti consentendo di modificare parametri quali la luminosità, rumore, bilanciamento del colore, saturazione e altro.

Tutte le novità che riguardano Google Plus e Hangouts sono già attive. Nel video qui di seguito è possibile vedere il funzionamento dell'app Hangouts.

Google Plus: i commenti anche su Blogger

Google continua il processo di integrazione del social network Google Plus negli altri suoi servizi: i commenti di Google Plus da oggi possono essere integrati sui blog di Blogger.

Google ha recentemente aggiunto l'integrazione dei commenti di Google Plus nel suo famoso servizio di blogging, Blogger. Questo significa che tutti i commenti inseriti su un post pubblicato sul profilo Google Plus di un sito che risiede su Blogger, appariranno nel thread di commento della pagina del blog, in quanto i box sono sincronizzati su entrambe le piattaforme.
 
Google Plus commenti blogger
 
Coloro che hanno un blog su Blogger, e una pagina del sito su Google Plus, potranno grazie a questa integrazione spingere al massimo il coinvolgimento dei loro utenti: quando l'utente commenta un post su Blogger, lo farà sfruttando il suo account Google Plus, in modo semplice e veloce. Se poi su Google Plus viene aperta una discussione pubblica con linkato un articolo del blog, tutti i commenti inseriti saranno automaticamente aggiornati anche nella pagina del blog.
Il box dei commenti che compare nella pagina dell'articolo consente se visualizzare i commenti allo stesso modo come su Google Plus, quindi potendo scegliere di filtrare tra i commenti pubblici o solo quelli scritti da coloro che rientrano in una determinata cerchia.
 
Gli amministratori di un blog su Blogger interessati ad attivare il plugin 'Comments' possono già da ora abilitare i commenti Google Plus dalla Dashboard del proprio sito. Resta ora da vedere quando il plugin del servizio sarà esteso a tutti, anche ai siti non basati su Blogger, come Facebook già fa con il suo plugin 'Facebook Comments'.
 

Google Plus: GIF animate e altre novita'

Poche ore fa, sul blog ufficiale dei progetti Google, gli sviluppatori di Mountain View hanno annunciato le nuove versioni dell'app Google Plus disponibili per iPhone e Android, con alcune novità introdotte per foto, messaggi, profili e community. Inoltre, è stata aggiunta la possibilità di avere un'immagine GIF animata come immagine del profilo.
 
Oltre alle novità per l'applicazione Google Plus per dispositivi iOS e Android introdotte da poche ore, e che potete scoprire qui sotto, tutti gli iscritti al social network di Mountain View hanno da oggi la possibilità di utilizzare un'immagine GIF animata come immagine del profilo, così come per il banner del proprio account. L'immagine sarà vista dagli utenti che visitano il profilo. Le immagini GIF animate saranno visibili sia nella versione desktop del sito che nella versione per applicazioni mobili.
 
Google Plus
 
Di seguito le novità introdotte nell'app Google Plus per iOS e Android.
 
Foto: filtri e modifiche da dentro l'applicazione

A partire da oggi, gli utenti di iPhone possono beneficiare dell'acquisizione da parte di Google di Snapseed, avvenuta nel settemrbe 2012. Gli utenti potranno infatti  applicare sei differenti filtri come Drama e Retrolux, regolare la saturazione, il contrasto, la luminosità e molto altro ancora facendo scorrere le dita su e giù, piuttosto che a sinistra e destra; confrontare in qualsiasi momento l'immagine che si sta modificando con quella originale.
Certo, si può sempre scaricare l'app originale Snapseed per le funzioni più avanzate (come i punti di controllo che si aggiungono sulle immagini), ma Google ha fatto sapere di aver introdotto la Nik Collection per i fotografi professionisti ai quali offre strumenti per tutto, dalla riduzione del rumore alle immagini HDR, con effetti creativi e per migliorare la nitidezza dell'immagine (e molto altro ancora). 
 
Messaggi: vedere di più e fare di più in meno tempo

Piccole cose significano molto per Google, soprattutto quando si tratta del flusso di notizie. Le app per Android e iOS di Google Plus permettono da oggi di avere più testo nei post e nei commenti; fare Ttapping su foto, video o link e altri allegati dei post per arrivare direttamente al contenuto, sia in lightbox o al sito web esterno; le anteprime delle immagini saranno visibili per intero e non saranno più troncate; azioni chiave come "+1", re-share e commento vengono visualizzati in maniera più evidente in ogni post; è possibile scorrere (swipe) attraverso gli album di foto direttamente nel post.
 
Profili: condividere la propria posizione attuale con cerchie specifiche

Gli utenti sono sempre stati in grado di elencare i luoghi in cui hanno vissuto, ma ora è possibile visualizzare la posizione corrente sul proprio profilo Google Plus. Oppure no: sta all'utente abilitare o meno questa possibilità.  Se si attiva questa opzione, l'utente sarà quindi in grado di decidere chi può vedere la sua posizione. 
Quando qualcuno ha il permesso di visitare il profilo dell'utente, per esempio, avrà la possibilità di vedere il luogo in cui esso si trova, sotto il nome del profilo.
 
Community: maggiore controllo quando si è in viaggio

Nelle ultime settimane, sono stati introdotti diversi modi per gestire le community dal browser desktop, sia come membri che come moderatori. Oggi, questi miglioramenti sono stati aggiunti nelle applicazioni Google Plus per iPhone e Android, tra cui: la possibilità di regolare il volume dei messaggi di una Community all'interno del flusso di notizie del proprio profilo; l'opzione per invitare le persone ad entrare in una Community e i pulsanti per re-share con una comunità; supporto delle funzioni di moderazione e ricerca.
Entrambe le applicazioni sono disponibili in Google Play (v3.6) e App Store (versione 4.3), per dispositivi Android e iOS, rispettivamente.
 

Google Plus: Embedded Post e Foto editing

Per gli utenti di Google Plus sono ora disponibili due novità: 'Embedded Post' per incorporare i post nelle pagine web e 'Foto editing' per modificare le immagini direttamente dal browser.
Quasi un anno fa è arrivato l'annuncio dell'acquisto di Nik Software da parte di Google. Big G al tempo ha così acquisito il team che ha sviluppato l'applicazione Snapseed per iOS. Anche se col tempo una versione di Snapseed per Android è arrivata, le sue funzionalità da oggi sono state integrate in Google Plus.
 
Google Plus editing foto Chrome
 
Google ha infatti integrato alcune delle caratteristiche di foto editing dell'app Snapseed nella sezione Foto del suo social Netowrk Plus: è ora possibile aprire le proprie foto caricate su Google Plus, andare nella nuova opzione 'Edit' sulla parte superiore per portare in primo piano a lato alcune opzioni che chi usa l'app mobile Snapseed ben conosce. È possibile migliorare la luminosità di base, il contrasto, la nitidezza e molto altro dell'immagine. Si può fare la regolazione selettiva dei colori scegliendo una porzione dell'immagine, ed è possibile ritagliare e ruotare l'immagine.
 
Sono anche presenti diversi effetti e filtri, segregati in categorie come Black & White, Fuoco centrale, Tilt Shift, Vintage e Retrolux. È inoltre possibile aggiungere una cornice all'immagine.
 
La vecchia opzione Auto Enhance è ancora disponibile ed è possibile regolare alcuni parametri per rendere dare all'immagine un aspetto migliore.
 
Le nuove funzionalità di modifica delle immagini sono abbastanza complete e di sicuro più professionali di quelle presenti in Facebook. Altro vantaggio; le modifiche non sono permanenti e si può tornare indietro se per caso applichiamo un filtro per errore o se il risultato ottenuto non ci piace. L'unico inconveniente è che l'editor di immagini è disponibile solo via browser Chrome, quindi se si sta utilizzando un altro browser come Opera, Firefox o Internet Explorer le funzionalità non sono accessibili, per il momento.
 
Google Plus incorpora post
 
Le sorprese per gli utenti di Google Plus non finiscono qui: è ora possibile embeddare i post, proprio come già possibile su Twitter e Facebook. Per avere il codice da incorporare bastano pochi semplici passaggi: entrando nel menù nella parte alta di ogni post è possible selezionare la voce “Incorpora post”, grazie alla quale ottenere il codice. Quindi, si seleziona il codice ottenuto e lo si incolla nell’HTML di qualsiasi pagina web.
 
Nel post che si incorpora vengono visualizzati anche i '+1', le condivisioni e tutti i commenti degli utenti lasciati al post.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?