Google cerca esploratori per Street View

 

Nel tentativo di mappare parti del pianeta dove le auto non possono andare, il gigante tecnologico sta lavorando con le organizzazioni di terze parti per raccogliere immagini per ampliare la mappatura di Street View di sentieri, spiagge, canyon e montagne

Scritto da Simone Ziggiotto il 28/06/13 | Pubblicata in Google | Archivio 2013

 

Nel tentativo di mappare parti del pianeta dove le auto non possono andare, il gigante tecnologico sta lavorando con le organizzazioni di terze parti per raccogliere immagini per ampliare la mappatura di Street View di sentieri, spiagge, canyon e montagne.

Google sta cercando esploratori per aiutare il team di Maps a mappare zone in cui ancora non ci sono strade che passano, come le giungle del Sud America, nel Canyonlands in Africa, tra le migliaia di isole dell'Asia, attraverso i campi di lava delle Hawaii, e altri posti ancora.

Il gigante della ricerca sul web ha annunciato giovedi che sta chiedendo alle organizzazioni esterne a Google di usare lo Street View Trekker (lo zaino che dotato di fotocamere che viene messo in spalla per mappare le zone non accessibili da bici o auto) e contribuire con la raccolta di immagini ad aiutare l'azienda a "costruire la migliore mappa del mondo.".

Google Maps Hawaii

Per dare il via al nuovo programma pilota, Google ha stretto una partnership con l'Hawaii Visitors and Convention Bureau. Le persone presso l'Ufficio hanno già iniziato escursioni intorno alla Grande Isola delle Hawaii, raccogliendo immagini sui luoghi più frequentati dell'isola, come il Parco Nazionale dei Vulcani, le cascate di Akaka, Waipio Valley, e altri posti ancora. Il team ha in programma di proseguire su altre isole vicine nelle prossime settimane.

"Con le immagini interattive a 360 gradi delle isole, le persone di tutto il mondo possono vedere ed esplorare le bellissime isole prima di andare a farvi visita, tra cui alcuni luoghi remoti e solitamente difficili da raggiungere" ha scritto Deanna Yick, coordinatrice del programma Google Street View, in un post sul blog del progetto.

L'idea di partnership con organizzazioni di terze parti è quella di accelerare il processo di mappatura delle zone ancora poco accessibili. "Lavorando in partnership con HVCB, siamo in grado di portare questi luoghi on-line molto più velocemente di quanto non avremmo avuto modo di fare lavorando da soli," Yick ha scritto.

Lo zaino Trekker è dotato di un sistema di 15 telecamere registra continuamente immagini. Ogni lente punta in una direzione diversa, il che permette in fase di post-elaborazione di unire tutte le immagini e creare una vista panoramica a 360 gradi di un punto.

Google Maps nel corso degli ultimi anni ci ha portato a conoscere sempre più luoghi che difficilmente si ha la possibilità di visitare. Nel mese di marzo, il gigante del web ha permesso di visitare le alte vette del monte Everest, del Kilimanjaro, dell'Aconcagua e del Monte Elbrus. E, nel corso dell'ultimo anno, il team di Street View ha esplorato una remota regione amazzonica del Brasile, nuotato sott'acqua in Australia per mostrarci la Grande Barriera Corallina e raggiunto le zone più prossime al Polo Sud e il Polo Nord. E non dimentichiamo anche Fukushima in Giappone, in particolare le zone interessate dal disastro nucleare.

Yick ha detto che il nuovo programma pilota Trekker è parte del continuo impegno di Google per rendere possibile a chiunque di contribuire all'espansione di Google Maps. Qualsiasi turista, società non-profit, agenzia governativa, università, centro di ricerca o entità simili possono contattare il team e prendere in prestito lo zaino Street View Trekker ed essere così convolto nel processo di mappatura di Maps.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?