Larry Page, Vint Cerf e Jeff Jarvis con Google Glass

 

Per Google, vivere nel futuro - investendo in tecnologie innovative - è fondamentale per la crescita della società, il che si traduce in prodotti come Google Glass e auto capaci di guidarsi da sole

Scritto da Simone Ziggiotto il 19/07/13 | Pubblicata in Google | Archivio 2013

 

Per Google, vivere nel futuro - investendo in tecnologie innovative - è fondamentale per la crescita della società, il che si traduce in prodotti come Google Glass e auto capaci di guidarsi da sole.

A differenza del suo co-fondatore Sergey Brin, difficilmente troverete l'amministratore delegato di Google Larry Page mentre indossa il suo paio di Google Glass nella vita quotidiana, tranne forse in occasione di eventi importanti come i matrimoni, ma non crediate che per questo lui non sia un grande fan degli occhiali a realtà aumentata. Page crede fermamente che è importante investire per il futuro della tecnologia.

Larry Page Google Glass

"Mi piace usare Glass perché ogni volta che uso i miei Glass mi sento come se stessi vivendo nel futuro, il che è davvero, davvero emozionante per me", ha detto durante la presentazione dei risultati finanziari della società relativi al secondo trimestre dell'anno (qui approfondimento Q2 2013 di Google).

Per Page, vivere nel futuro è fondamentale per Google. "Alcune persone vogliono lavorare su cose folli, vogliono cambiare il mondo con 10 dei loro amici", ha detto Page. Quei piccoli progetti diventano prodotti come Gmail, Chrome e Android, ha aggiunto. Per quanto riguarda la capacità di Google di innovare, Page ha detto: "Io guardo tutto il portfolio e stiamo andando abbastanza bene, e io sono entusiasta dei nostri prodotti.".

Molti dei prodotti in sviluppo da Google non sono stati concepiti per farci vivere nel futuro, come Ricerca o Glass, ma in un presente sempre più avanzato. Android di Google ha seguito l'esempio di Apple nel spianare la strada per la rivoluzione degli smartphone, per esempio. La maggior parte del portafoglio di Google è ora di assicurare in futuro un luogo per un business redditizio con miliardi di clienti.

Ma i prodotti emergenti, come Glass, Google Now, Project Loon, e il progetto delle auto che si guidano da sole, sono importanti per investire nel futuro. "E' sempre un errore pensare che la tecnologia sarà statica", ha dichiarato Page. "Il nostro compito principale è quello di capire come investire di più e creare maggiori risultati per l'azienda.".

Si scopre che maggiori risultati per l'azienda spesso sono allineati con ciò di cui gli utenti beneficeranno in futuro, come dimostrano i continui investimenti in prodotti come Ricerca e Maps. Nonostante la simpatia per vivere il futuro, Page è pragmatico circa la strada che deve percorrere Google. "E' abbastanza facile trovare le idee, ma è piuttosto difficile poi renderle reali e farle per miliardi di persone ... Vorrei che potessimo semplicemente schioccare le dita, ma c'è un sacco di duro lavoro e di persone che servono per realizzare una buona idea.".

Google Glass, nel frattempo, si prevede che arriveranno sul mercato il prossimo anno.

Jeff Jarvis a Roma con i Google Glass

Il blogger e giornalista Jeff Jarvis sfoggia il suo paio di Google Glass a Roma, nel corso del dibattito Big Tent Roma 2013 sulla cultura e contenuti nell'era Digitale.
I Google Glass violano la privacy? I Google Glass serviranno davvero? I Google Glass cambieranno la quotidianità delle persone in meglio o in peggio? Sono molte le domande che ruotano attorno agli occhiali a realtà aumentata di Big G, ma la cosa certa è che Glass sono il nuovo oggetto dei desideri tecnologici che tutti prima o poi vorremmo provare.
 
Jaff Jarvis
 
Se ne parla da tempo, ma non sono ancora in commercio, almeno pubblicamente, in quanto sono stati venduti solo a pochi fortunati i Google Glass Explorer per 1500 dollari, una sorta di versione Preview di ciò che il prossimo anno arriverà sul mercato per tutti (sperando ad un prezzo più accessibile).
 
Tra i pochi fortunati che stanno provando i Glass Explorer c'e' Jaff Jarvis, giornalista, blogger e sostenitore dell'open web, che li ha indossati oggi a Roma nel corso del dibattito Big Tent organizzato da Google per trattare i temi della cultura e del digitale.
 
Alla stessa conferenza e' presente anche il vice presidente di Mountain View, Vint Cerf, conosciuto anche come uno dei padri di Internet.
Proprio quest'ultimo, Vint Cerf, alcune settimane fa era stato 'beccato' sfoggiare fiero il suoi paio di occhiali Glass di Google in occasione della conferenza Future in Review in programma a Laguna Beach nel maggio scorso.
 
Cerf, un informatico statunitense conosciuto come uno dei "padri di Internet" insieme a Bob Kahn, ha detto di aver indossato regolarmente il suo paio di Glass nel corso delle ultime settimane, spiegando come "Glass non interferiscono con la mia visione normale e li ho trovati comodi," ha detto. "Sono un'estensione del telefono cellulare e non c'è bisogno di tirare fuori il cellulare per rispondere ad una chiamata".

Vint Cerf parla di Google Glass

Vint Cerf, uno dei padri di internet, sfoggia fiero il suoi paio di occhiali Glass di Google, che usa ormai da un paio di settimane. 

Uno dei padri di Internet, Vint Cerf, ha un paio di Google Glass e lui non è intenzionato a liberarsene tanto facilmente, visto che ormai gli occhiali intelligenti hanno iniziato a fare parte della sua quotidianità. Cerf si è presentato alla conferenza Future in Review in programma in questi giorni a Laguna Beach e si trovava in mezzo alla folla ma si è reso riconoscibile perchè era l'unico ad indossare un paio di Glass, gli occhiali a realtà aumentata di Google.
 
Vint Cerf
 
Vint Cerf ha detto che ha indossato regolarmente il suo paio di Glass nel corso delle ultime due settimane. "[Gli occhiali] Glass non interferiscono con la mia visione normale e li ho trovati comodi," ha detto. "Sono un'estensione del telefono cellulare e non c'è bisogno di tirare fuori il cellulare per rispondere ad una chiamata".

Cerf è stato anche chief Internet Evangelist di Google dal 2005, quindi potrebbe essere un po' prevenuto nel valutare in maniera così positiva gli occhiali Glass. "Il display integrato non è così fastidioso come un cellulare e, quando sto guidando, posso ottenere le direzioni e basta poco per controllare la mappa", ha aggiunto.
 
Cerf ha detto che anche lui ha già fatto uso degli occhiali speciali di Google per scattare foto e farsi ricordare gli appuntamenti in agenda (per esempio, ha scattato una foto ad una bottiglia di vino per ricordarsi l'etichetta), così come per le telefonate e la lettura e l'invio di messaggi di posta elettronica.
"Entro il 2014 dovremmo avere una buona idea di ciò che le persone vogliono fare con Glass", ha concluso.
 
Gli occhiali Google Glass sono attualmente disponibili solo per gli sviluppatori e in una edizione speciale 'Explorer' per poche migliaia di beta tester al costo di 1.500 dollari. Una versione commerciale a basso prezzo è prevista arrivare entro il primo semestre del prossimo anno.
Vinton Gray Cerf, noto anche come Vint Cerf, è un informatico statunitense. conosciuto come uno dei "padri di Internet" insieme a Bob Kahn, con cui inventò il protocollo TCP/IP.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?