Google Doodle: 129 anni dalla nascita di Hermann Rorschach

 

Il doodle che Google ci propone oggi, venerdì 8 novembre 2013, festeggia i 129 anni dalla nascita di Hermann Rorschachm, lo psichiatra svizzero diventato famoso soprattutto per la sua creazione di un originale metodo psicodiagnostico creato indipendentemente dai presupposti freudiani

Scritto da Simone Ziggiotto il 08/11/13 | Pubblicata in Google | Archivio 2013

 

Google Doodle: 129 anni dalla nascita di Hermann Rorschach

Il doodle che Google ci propone oggi, venerdì 8 novembre 2013, festeggia i 129 anni dalla nascita di Hermann Rorschachm, lo psichiatra svizzero diventato famoso soprattutto per la sua creazione di un originale metodo psicodiagnostico creato indipendentemente dai presupposti freudiani.

Nato nel 1884 a Zurigo, la "capitale svizzera della psichiatria" dell'epoca, figlio di un maestro d'arte, al termine delle scuole superiori Rorschachm rimane a lungo col dubbio su cosa fare da grande. Durante gli anni della scuola si è interessato sia di pittura che di scienze naturali, senza mai preferire l'una o l'altra cosa. Appassionato della Kleksografia (gioco diffuso in quegli anni, consistente nel versare macchie di inchiostro colorato in un foglio di carta, che veniva poi ripiegato in due per ottenere effetti simmetrici), Rorschachm si laurea in Medicina nel 1909 e si specializza poi in Psichiatria, guidato dallo psichiatra svizzero Eugen Bleuler.

Riprendendo la Kleksografia, Rorschach inizia a chiedersi se il diverso modo di percepire le macchie possa essere legato a differenti dinamismi di personalità o problematiche psicopatologiche dei soggetti che vi si sottopongono. Inizia quindi un programma di ricerche sperimentali provando vari tipi e sequenze di macchie e raccogliendo i risultati ottenuti, pubblicati poi 1921 nel volume Psychodiagnostik, che all'inizio passa quasi inosservato.

Nel 1922, quindi un anno dopo, all'età di 38 anni, muore a causa di una peritonite mal diagnosticata.

Negli anni post-mortem, psichiatri e psicoanalisti, europei e statunitensi, sperimentano l'uso delle macchie standardizzate di Rorschach in ambito psicodiagnostico, ottenendo risultati clinicamente molto interessanti. Anche se sono state fatte modifiche e miglioramenti al metodo di analisi scoperto da Rorschach, l'analisi 'delle macchie' oggi è conosciuto come il Test di Rorschach, diffuso in ambito psichiatrico e psicologico-clinico.

Il Doodle di Google è interattivo, in bianco e nero, e viene raffigurata una stanza di psicoanalisi: noi (l'utente) siamo la persona da analizzare, mentre in fondo alla stanza a sinistra si trova lo psichiatra. In primo piano c'è un foglio con rappresentata una 'macchia' che possiamo interpretare come lo riteniamo più opportuno, e possiamo condividere quello che vediamo attraverso i social network. Come detto il Doodle è interattivo, e quindi al semplice click del mouse sulla macchia, ecco che questa cambia forma. Cosa sarà?
 

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?