Google, altro che droni: Robot e Auto Senza Pilota per consegnare pacchi

 

Google in gran segreto già lavorava a qualcosa di simile ai droni con cui Amazon consegnerà le merci dei clienti porta a porta: robot dalle sembianze umane consegneranno pacchi postali spostandosi con le auto senza pilota

Scritto da Simone Ziggiotto il 04/12/13 | Pubblicata in Google | Archivio 2013

 

Google, altro che droni: Robot e Auto Senza Pilota per consegnare pacchi

Google in gran segreto già lavorava a qualcosa di simile ai droni con cui Amazon consegnerà le merci dei clienti porta a porta: robot dalle sembianze umane consegneranno pacchi postali spostandosi con le auto senza pilota.

Tutto inizia Domenica, con l'amministratore delegato di Amazon che annuncia il progetto in via di sviluppo chiamato Amazon PrimeAir con il quale il colosso dell'e-commerce intende, nei prossimi anni, consegnare i pacchi ai clienti entro trenta minuti dall'evasione dell'ordine usando dei droni (aeroplanini) volanti e senza pilota. Il giorno dopo seguono diverse notizie secondo le quali Amazon non è l'unica società ad aver testato questo tipo di metodo di trasporto merci 'futuristico' con anche UPS, ad esempio, che già da tempo ci aveva pensato.

Ora, pare che anche Google promette di fare lo stesso, e addirittura ancora di più: la società di Mountain View, infatti, intende realizzare robot capaci di salire a bordo di una delle sue vetture senza pilota per sostituire i postini per le consegne. Il progetto ne unirà due su cui Google si concentra già da qualche anno: il progetto delle vetture in grado di guidarsi da sole, e robot dalle sembianze umane ma con corpo d'acciaio e cervello computerizzato.

Google macchine senza conducente

Il progetto è stato pensato da Andy Rubin, che per chi non lo conoscesse è il fondatore di Android, il sistema operativo mobile di Google che oggi è in esecuzione nella maggior parte dei dispositivi mobili in tutto il mondo. Rubin ha rilasciato una intervista al New York Times nella quale rivela che negli ultimi sei mesi ha acquistato in gran segreto sette start-up che si occupano di robotica avanzata.

Tra le aziende comprate da Google, c'è la giapponese Schaft, composta da un team di scienziati della Tokyo University che sta lavorando su un robot umanoide. A questa si aggiunge la Industrial Perception, che ha sviluppato un sistema di braccia robotiche indispensabile per il carico e scarico delle merci dai camion. Le altre cinque start-up sono: Meka, Redwood Robotics, Autofuss, Bot&Dolly ed Holomni.

Questo grande progetto di Google sarà sviluppato a Palo Alto, in California, con le start-up giapponesi che continueranno a lavorare dal Giappone presso le loro sedi.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?