Google a sostegno dell'Open Source

 

L'azienda di Mountain View ora è un membro del consiglio della Open Invention Network, che offre alle aziende l'accesso gratuito ai brevetti

Scritto da Simone Ziggiotto il 18/12/13 | Pubblicata in Google | Archivio 2013

 

Google a sostegno dell'Open Source

L'azienda di Mountain View ora è un membro del consiglio della Open Invention Network, che offre alle aziende l'accesso gratuito ai brevetti.

Espandendo il suo coinvolgimento nella difesa legale dell'open-source, Google si è unita al consiglio di amministrazione della Open Invention Network, un'organizzazione che concede brevetti in licenza per cercare di ridurre il rischio di azioni legali contro coloro che usano Linux e altri progetti software open-source. Google in precedenza era un membro associato della OIN ma ora si unisce a Sony, Red Hat, Novell, IBM, Phillips, e NEC con il più alto livello di coinvolgimento.

"Linux è presente oggi su quasi tutti i supercomputer del mondo, anche della Stazione Spaziale Internazionale, e forma il nucleo di Android. Ma come l'open-source ha proliferato, le minacce contro di essa sono in aumento, in particolare utilizzando i brevetti", ha detto Chris DiBona, direttore della divisione che si occupa dell'Open-Source in Google, in un post sul blog dell'azienda. "Ecco perché stiamo espandendo la nostra partecipazione in Open Invention Network, diventando il primo nuovo membro dell'organizzazione completamente attivo dal 2007".

L'Open Invention Network cerca di fornire un incentivo a non citare in giudizio le società che usano la piattaforma Linux. L'OIN acquista brevetti e li rilicenzia gratuitamente a enti che, a loro volta, si impegnano a non esercitare i propri brevetti contro sistemi e applicazioni Linux e sistemi analoghi. Se una società fa causa, perde l'accesso a tali brevetti.

La società ha sede a Durham (in Carolina del Nord, Stati Uniti d'America) ed è stata fondata il 10 novembre 2005, quando Linux era una novità relativa, da IBM, Novell, Philips, Red Hat, e Sony. NEC divenne membro successivamente. Il 20 dicembre 2010 prende parte a OIN il gruppo The Document Foundation, nato alla creazione di LibreOffice, fork di OpenOffice.org, e il giorno seguente anche KDE si unisce a OIN. Il 23 marzo 2009 è entrata anche TomTom.

Google è un consumatore vorace di software open-source, ma contribuisce allo stesso tempo a sostenere la comunità open-source attraverso progetti come Android, Chrome, e Dart.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?