Google prepara lenti a contatto per monitorare il diabete

 

Google sta lavorando su delle lenti a contatto di altissima tecnologia che non andranno ad affrontare i Google Glass ma saranno d’aiuto nel campo della medicina e più nello specifico del diabete

Scritto da Pietro Oliveri il 17/01/14 | Pubblicata in Google | Archivio 2014

 

Google prepara lenti a contatto per monitorare il diabete

Google sta lavorando su delle lenti a contatto di altissima tecnologia che non andranno ad affrontare i Google Glass ma saranno d’aiuto nel campo della medicina e più nello specifico del diabete.

Attualmente al progetto stanno lavorando Brian Otis e Babak Parviz che durante una recente intervista hanno sottolineato quanto sia importante tenere sotto controllo il diabete in quanto colpisce una persona ogni diciannove.

Chi è affetto da diabete deve periodicamente più volte al giorno monitorare il livello del glucosio nel sangue attraverso degli specifici macchinari pungendosi con un ago il dito per estrarre il sangue da analizzare, capirete che l’operazione è alquanto scomoda da eseguire in giro ed ecco allora che Google ci viene incontro.

Secondo quanto riportato dalla redazione di Recode gli ingegneri di Google sopra citati stanno lavorando alla realizzazione di speciali lenti a contatto capaci di rilevare il livello del glucosio attraverso le nostre lacrime.

Gli ingegneri hanno dichiarato che attualmente sono già in fase di test alcuni prototipi in grado di effettuare una lettura al secondo, un’altra idea degli è quella di inserire delle piccole luci a LED che avrebbero lo scopo di avvisarci quanto il livello del diabete oltrepassa soglie minime e massime precedentemente prestabilite.

Google sottolinea inoltre che attualmente si tratta solo di un prototipo ma già diverse aziende hanno dimostrato di essere interessate al progetto come per esempio la Food and Drug Administration, ente Statunitense che regolamenta prodotti farmaceutici ed alimentari, che sta collaborando con Big G (Google).

L’azienda ha aggiunto che il progetto ha bisogno di partner esterni che sviluppino applicazioni accessibili poi da pazienti e dottori per appunto visionare i risultati rilevati dalle lenti a contatto.

Google conclude poi dichiarando: “Abbiamo sempre detto che saremmo andati alla ricerca di progetti un po' strani e in un momento in cui l'International Diabetes Federation dichiara che il mondo sta perdendo la battaglia contro il diabete abbiamo pensato che questo progetto sia degno di essere portato avanti".

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?