Google e Antitrust UE: proposte accettate, accordo ormai raggiunto

 

Ci siamo, l'accordo tra l'Unione Europea e Google è stato quasi raggiunto: il colosso della ricerca sul web garantirà la presenza di tre 'rivali' nella sua pagina in cui promuove i suoi servizi

Scritto da Simone Ziggiotto il 05/02/14 | Pubblicata in Google | Archivio 2014

 

Google e Antitrust UE: proposte accettate, accordo ormai raggiunto

Ci siamo, l'accordo tra l'Unione Europea e Google è stato quasi raggiunto: il colosso della ricerca sul web garantirà la presenza di tre 'rivali' nella sua pagina in cui promuove i suoi servizi. In questo modo, Google non dovrebbe più favorire in modo evidente i propri servizi nei risultati delle ricerche a discapito dei concorrenti.

Da diversi mesi l'Antitrust UE chiede a Google di mettere in atto una serie di soluzioni per risolvere la questione di come l'azienda di Mountain View evidenzia i link ai propri prodotti nei risultati delle ricerche al fine di aumentare il valore del proprio marchio e il numero totale di utenti attivi in ​​tutti questi servizi.

L'Antitrust, dopo aver bocciato diverse proposte al problema di cui sopra, ha oggi finalmente ottenuto "rimedi migliori" da Google, che garantirà la presenza di tre 'rivali' nella sua pagina in cui promuove i suoi servizi di ricerca specializzati. "Le nuove proposte affrontano i dubbi Ue", ha detto il commissario Joaquin Almunia. Costui, ha fatto sapere che prima di chiudere l'inchiesta nei confronti di Google dovrà nei prossimi giorni sentire prima cosa ne pensano i concorrenti di questi "rimedi migliori".

Per Almunia, lo scopo dell'inchiesta è stato quello di "proteggere la concorrenza e di beneficiare i consumatori, non i concorrenti" di Google.

I servizi dei tre rivali saranno selezionati con metodo oggettivo, e saranno resi ben visibili agli utenti (probabilmente avranno uno sfondo di colore più marcato o avranno una posizione speciale tra i risultati delle ricerche) e comparabile al modo in cui Google espone i suoi stessi servizi. "Ritengo che le nuove proposte di google, ottenute dopo una lunga e difficile discussione, affrontano i nostri dubbi", ha aggiunto Almunia.

I rimedi non "impediscono a Google di migliorare i suoi servizi", si legge nella comunicazione di Bruxelles, in quanto "fornisce agli utenti una scelta reale tra servizi concorrenti mostrati in modo da poter fare un paragone, in modo che stia a loro fare una scelta". Così, sia Google che i suoi concorrenti vengono incentivati ad innovare e migliorare la propria offerta.

Inoltre, Google permetterà ai fornitori di contenuti di terze parti la possibilità di estraniarsi dall'uso che Google fa dei loro contenuti, senza essere penalizzati. Per fare questo, il colosso del web ha intenzione di togliere la clausola di esclusività dai suoi accordi con chi fornisce servizi di ricerca pubblicitaria.

Infine, è prevista la nomina di un organismo indipendente che avrà il compito di monitorare costantemente se Google rispetterà i propri impegni presi con l'Antitrust UE.

Nei prossimi giorni dovrebbe arrivare la conferma ufficiale che un accordo definitivo, con conseguente chiusura dell'indagine, è stato raggiunto.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?