Google prende in affitto Hangar One della Nasa

 

Il colosso di Mountain View affitta dalla Nasa l’aviorimessa abbandonata Hangar One per formare (probabilmente) il nuovo centro di sviluppo per la divisione che si occuperà di Robotica

Scritto da Simone Ziggiotto il 14/02/14 | Pubblicata in Google | Archivio 2014

 

Google prende in affitto Hangar One della Nasa

Il colosso di Mountain View affitta dalla Nasa l’aviorimessa abbandonata Hangar One per formare (probabilmente) il nuovo centro di sviluppo per la divisione che si occuperà di Robotica.

Google prenderà in affitto dalla Nasa l'Hangar One, una delle più grandi strutture autoportanti del mondo, che copre 8 ettari ed è stato a lungo uno dei simboli più riconoscibili della California, nella Silicon Valley. Un primo esempio di architettura moderna di metà del secolo, l'Hangar One fu costruita nel 1930 come un hangar per dirigibili per la USS Macon della marina degli Stati Uniti.

Secondo diverse agenzie statunitensi, Google userà l'immobile per ospitare i test della sua nuova divisione dedicata alla robotica.

Situato nell'ex base navale di Moffett Field, a pochi chilometri dal quartier generale di Google di Mountain View, l'hangar è stato creato dall'ingegnere strutturale tedesco Dr. Karl Arnstein , Vice President e Director of Engineering per la Goodyear Zeppelin Corporation di Akron, Ohio, in collaborazione con Wilbur Watson Associates Architects e Engineers of Cleveland. L'Hangar One è costruito su una rete di travi d'acciaio rivestiti di acciaio zincato. Esso poggia saldamente su un pad rinforzato ancorato a pali di fondazione in calcestruzzo. Il piano si estende su 8 ettari e può ospitare sei campi di football americano (360 metri x 160 metri). L' hangar per dirigibili misura 1.133 piedi (345 m) di lunghezza e 308 piedi (94 m) di larghezza. L'edificio ha un'architettura aerodinamica, con una curvatura delle pareti verso l'interno. L'Hangar One ha le porte progettate per ridurre la turbolenza quando il Macon si spostava dentro e fuori nelle giornate di vento. Le porte dette a "buccia d'arancia" hanno un peso di 180 tonnellate ciascuna, sono mosse da motori da 150 cavalli azionati tramite un pannello di controllo elettrico.

L'accordo, che dovrebbe essere formalizzato questa settimana, prevede che Planetary Ventures, la sussidiaria di Google che prenderà in affitto la struttura, ristrutturi l'hangar, finanzi la costruzione di un museo e ristrutturi il campo da golf. La stessa Nasa, dopo poche ore che in rete già circolava, ha confermato la notizia, così come anche dai portavoce di Google, che non hanno pero' fornito dettagli sulla destinazione d'uso degli hangar.

L'Hangar One dovrebbe essere il luogo scelto da Google dove aprire la divisione per le attività di ricerca e sviluppo dedicate alla robotica, che sarà guidata da Andy Rubin, ex responsabile del software Android. Nel corso del 2013, ricordiamo, Google ha acquisito otto diverse compagnie specializzate nella robotica, tra cui anche la Boston Dynamics.

Secondo il San Jose Mercury News, tuttavia, l'Hangar One ha bisogno di circa 33 milioni di dollari per essere rimessa in piedi, e pare che la società privata controllata dai fondatori di Google - l'H211 - ha offerto il 100 per cento dei fondi necessari per iniziare e concludere il lavoro di ristrutturazione. La H211 gestisce otto jet privati ​​(uno dei quali è stato venduto a terzi) posseduti dai fondatori di Google. Ciò significa che l'Hangar One potrebbe essere usato come rimessa per questi jet privati.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?