Accedi con Google al posto del pulsante Google Plus

 

Google sembra che stia testando un nuovo pulsante "Accedi con Google" che potrebbe sostituire il pulsante di Google Plus

Scritto da Simone Ziggiotto il 30/04/14 | Pubblicata in Google | Archivio 2014

 

Accedi con Google al posto del pulsante Google Plus

Google sembra che stia testando un nuovo pulsante "Accedi con Google" che potrebbe sostituire il pulsante di Google Plus.

Un piccolo numero di sviluppatori che lavorano con il sistema di log-in di Google+ hanno fatto sapere che stanno vedendo un nuovo pulsante con il logo di GooglePlus con la frase "accedi" o "Accedi con Google", secondo quanto riportano i colleghi di The Verge. Finora, il nuovo pulsante è visibile soltanto agli sviluppatori, il che significa che l'utente medio (così come il sottoscritto, ma ci affidiamo a The Verge per la notizia) non lo può vedere su tutti i siti web pubblici.

Un portavoce di Google ha detto semplicemente a The Verge che "stiamo sempre testando nuove cose". Tuttavia, se il nuovo pulsante verrà realmente introdotto, si tratterebbe di un importante cambiamento per Google, e metterebbe a tacere le voci secondo cui "Google+ è morto" e che il social network verrà presto chiuso.

La speculazione sulla scomparsa imminente di Google+ è arrivata in seguito la notizia di Giovedi scorso che Vic Gundotra, capo del social network di Google, lascerà l'azienda con effetto immediato. I colleghi di TechCrunch hanno citato diverse fonti che sostengono che Google vorrà fare del suo social network un prodotto completo indipendente da Google, il che significa che sarebbe in grado di competere più direttamente con Facebook, Twitter e altri social network.

Google ha negato le voci della possibile chiusura di Google Plus o di eventuali cambiamenti importanti, ed un rappresentante di Google ha detto a CNET.com la scorsa settimana che la notizia dell'uscita di Gundotra da Google "non ha alcun impatto sulla nostra strategia Google+ - abbiamo una squadra di grande talento che continuerà a costruire grandi esperienze utente attraverso Google+, Hangouts e Photos.".

Vic Gundotra lascia Google, tra i padri di Google Plus

Diremo presto addio a Google Plus? Il social network di Mountain View potrebbe fare la fine dei suoi predecessori Google Buzz e poi Google Wave: chiudere. No tranquilli, al contrario di quanti molti media dicono in queste ore, il fatto che il padre fondatore del sito, Vic Gundotra, lascia Google non cambierà le sorti di Google+.

Non si può nascondere che Google Plus ha avuto vita molto difficile, perchè nato in un periodo in cui Facebook già dominava il campo e Twitter seguiva subito dietro. Poi c'è il fatto che Google+ non è poi così diverso dal suo concorrente principale Facebook, quindi perchè gli utenti dovrebbero usarlo? Ma non stiamo a giudicare i servizi offerti da l'uno e l'altro social network, in quanto la brutta notizia è che Vic Gundotra ha annunciato la sua volontà di lasciare Google, dimettendosi da ogni carica e ruolo che ha.
Gundotra, un nome probabilmente noto a pochi, è un ingengere indiano che da anni è lavora presso il quartier generale di Google nella Silicon Valley a San Francisco, ed è tra i padri fondatori di Google Plus.
 
Questo il messaggio lasciato da Gundotra su Google+ in cui annuncia le sue dimissioni:
 
"Oggi sto annunciando la mia partenza da Google dopo quasi 8 anni.
Sono stato incredibilmente fortunato a lavorare con le persone fantastiche di Google. Non credo ci sia gruppo di persone più talentuoso e appassionato altrove. E io sono sopraffatto quando penso alla leadership di Larry Page e quello che mi ha concesso di poter fare mentre ero a Google. Niente di tutto questo sarebbe successo senza l'incoraggiamento e il sostegno di Larry."

Poco sopra il suo post, però, leggiamo questo:
 
"Il mese scorso, lo zio di mia moglie è morto in un tragico incidente a Los Angeles, quando è stato investito da un camion mentre era in bicicletta e stava andando a pranzo. Al funerale sua figlia ha raccontato una storia molto toccante. Ha detto che suo padre (che era il suo migliore amico) lo chiamava ogni giorno per parlare. Ma invece di aprire la chiamata con il consueto "Come stai" o "cosa sta succedendo", suo padre avviava sempre la conversazione con "E poi?". Suo padre vedeva ogni conversazione come una continuazione dell'ultima, e ciò che la ha addolorata di più è che non ci potrà più essere un "e poi". Ho pianto.
Da allora ho pensato molto della nostra vita. Noi versiamo il nostro cuore e l'anima nel nostro lavoro e diventa qualcosa che amiamo e amiamo. Ma anche le sfide con cui lavoriamo oggi potranno un giorno diventare 'e poi', e passare a quella successiva."

Ed è così che "ora è tempo per un altro viaggio, per un'altra avventura” ha scritto Gundotra.
 
"Sono anche sempre in debito con il team di Google+. Questo è un gruppo di persone che hanno costruito la rete sociale di Google contro lo scetticismo di tanti. La crescita degli utenti attivi è sconcertante, e conferma quanto lavora questa squadra. Ma non ti dice che tipo di persone sono. Sono sognatori invincibili. Io li amo. E mi mancheranno."

E conclude salutando i colleghi:
 
"Infine, grazie a tutti coloro che ho incontrato in Google+. La comunità qui è stata così favorevole che io non so nemmeno come dire grazie. Voi tutti fate Google+. Senza di voi, questo social network non esisterebbe. Il vostro sostegno per Google+, e per me personalmente, è una cosa che non dimenticherò mai."

Al di là di quanto molti potrebbero pensare, Google Plus andrà avanti anche senza Vic Gundotra.
 

Google: Integrazioe tra Google Plus e Gmail

Google ha migliorato l'integrazione di Gmail e Google Plus lo scorso giovedì, giorno in cui la società ha annunciato che ora è possibile inviare una e-mail da Gmail verso chiunque su Google Plus, anche se non si ha l'indirizzo e-mail del destinatario.

La nuova opzione, che il product manager di Gmail, David Nahum, ha detto che verrà estesa a tutti gli utenti Gmail nei prossimi giorni, fa comparire i nomi utente degli iscritti in Google Plus nella lista dei contatti di Gmail, ma non gli indirizzi Gmail. 
 
Nella foto qui sopra potete vedere come Gmail distingue tra i contatti di Gmail e i contatti di Google Plus.
In sostanza, Google permette, con questa nuova caratteristica, agli utenti di Google Plus di ricevere posta elettronica dai proprietari di account Gmail, senza però fornire a costoro l'indirizzo Gmail, almeno fino a quando la persona non risponde al messaggio.
 
Le e-mail ricevute dagli utenti di Google Plus che appariranno nella categoria Posta in arrivo primaria, ma, se il mittente non è nelle proprie Cerchie, l'e-mail viene filtrata e segnalata nella categoria Social. Se si ricevono email da una persona che non fa parte delle nostre cerchie di Google+, possiamo scegliere se continuare a ricevere email da quella persona oppure no, facendo clic sul link 'Segnala come spam o abuso'.
 
"Se sei un utente di Google+, puoi utilizzare Gmail per inviare email a persone nelle tue cerchie di Google+, anche se non conosci il loro indirizzo email. Il tuo indirizzo email diventa visibile alle tue connessioni di Google+ solo quando invii loro un'email." scrive Google nella pagina delle FAQ riguardo la nuova funzione.
E' comunque possibile controllare chi può inviarci email modificando le impostazioni in Gmail. Per fare questo, bisogna accedere alle impostazioni di Gmail cliccando l'icona a forma di ingranaggio in alto a destra in Gmail, scorrere verso il basso fino alla sezione "Invia email mediante Google+" nella scheda "Generale", quindi fareclic sul menu a discesa e scegliere 'Chiunque su Google+', 'Cerchie estese', 'Cerchie' o 'Nessuno'.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?