Google Maps, spunta immagine della versione Material Design per Android L

 

Sta per arrivare la versione in stile Android L di Google Maps: delle nuove immagini mostrano le nuove sembianze di una delle applicazioni più diffuse ed efficienti al mondo

Scritto da Maurizio Giaretta il 10/10/14 | Pubblicata in Google | Archivio 2014

 

Google Maps, spunta immagine della versione Material Design per Android L

Sta per arrivare la versione in stile Android L di Google Maps: delle nuove immagini mostrano le nuove sembianze di una delle applicazioni più diffuse ed efficienti al mondo.

All'annuale conferenza Google IO 2014 per sviluppatori, tenutasi in California a fine Giugno, è stato presentato ufficialmente "L", acronimo di non si sa ancora di che cosa (Lollipop?) ma che corrisponde alla prossima versione del sistema operativo per smartphone e tablet più diffuso su scala mondiale.

Assieme a esso, nelle settimane seguenti abbiamo cominciato a vedere sempre più app aggiornate al Material Design, a partire dal Google Play, da Google Plus, da Chrome e passando per altre applicazioni della Grande G.

Il restyling essenzialmente non ha fatto altro che rendere la grafica da tri- a bidimensionale, rendendo la componente visiva più leggera e semplice. Ciò si può notare dall'immagine che abbiamo allegato all'articolo, che è stata messa in evidenza dall'utente Twitter Michael OHerlihy e che poi è finita anche su Reddit. Incrociamo le dita sperando che sia vera: non è da escludere infatti che si possa trattare di un'interpretazione artistica di qualcuno bravo a usare photoshop.

Google Maps rispetta in toto i canoni del Material Design. Probabilmente non ci sarà da aspettare l'esordio di Android L (fine Ottobre - inizio Novembre) per vederla funzionale: è possibile infatti che sia resa disponibile come aggiornamento sul Google Play entro alcuni giorni.

Il "Material Design" per Android serve per omogeneizzare e per dare nuovo spolvero all'interfaccia di smartphone, tablet, televisori e di tutti i nuovi prodotti di tecnologia indossabile come gli smartwatch (dallo schermo minuto). Ha modernizzato il sistema di notifiche, che ora potranno essere viste anche dall'interno di altre applicazioni, le sembianze e le funzionalità della fotocamera, così come di altri aspetti, ma principalmente intende trasformare l'interfaccia da semplicemente "digitale" a "materiale - digitale".

Per un approfondimento sul design 'materiale' consigliamo la lettura di "Google Android L Preview: tutte le novita' dal Material Design".

La concorrenza - Se si vuole invece dare uno sguardo alla concorrenza, consigliamo di scoprire la nuova beta di Here Maps per Android. Here è il servizio cartografico presente sui telefoni Windows Phone, che grazie a funzioni come il download offline delle mappe e il calcolo del percorso e la navigazione sempre offline, è in grado di fungere da serio concorrente. Poter usare un'app del genere sfruttando i servizi offline da la possibilità di preservare la batteria dello smartphone, fattore del quale non si può non tener conto.

Attualmente l'app è in fase beta, sebbene sia completamente funzionale. I più curiosi possono già scaricare il file di installazione. Per altre informazioni e per il link dell'APK consigliamo di leggere l'articolo "Spunta la beta di Nokia Here Maps per Android [Download]".

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?