Google Classroom, nuove funzioni per i docenti, ecco come usarlo

 

Il progetto Google Classroom si espande, e per gli utenti di Google Apps for Education sono disponibili nuove funzionalità

Scritto da Simone Ziggiotto il 15/10/14 | Pubblicata in Google | Archivio 2014

 

Google Classroom, nuove funzioni per i docenti, ecco come usarlo

Il progetto Google Classroom si espande, e per gli utenti di Google Apps for Education sono disponibili nuove funzionalità.

In Classroom, lo strumento online che integra Google Drive, Docs e Gmail al fine di incoraggiare gli insegnanti a utilizzare i servizi per l'assegnazione e la raccolta di lavoro on-line, così come per aumentare i canali di comunicazione a disposizione per insegnanti e studenti, si integra da oggi di nuove funzionalità, a disposizione per insegnanti e dirigenti scolastici che utilizzano a scuola il programma Google Apps for Education.

Google Classroom consente agli studenti di organizzare il proprio lavoro in Google Drive, completarlo e consegnarlo. Google Drive è il servizio web di storage e sincronizzazione online introdotto da Google nel 2012 che permette il file hosting, file sharing e editing collaborativo di documenti. Google School, parte del toolkit, permette agli educatori di assegnare e raccogliere il lavoro fatto dagli studenti, ed è possibile collaborare per un compito, comunicare e creare cartelle per ciascun studente. Inoltre, in modo simile a Google Plus, gli studenti possono condividere un "flusso" di contenuti con gli altri compagni di classe.

Sono cinque i nuovi aggiornamenti, che vanno a migliorare degli aspetti del programma grazie ai feedback ricevuto dagli utenti sul blog Google for eduation.

Gli insegnati che utilizzano nelle loro classi i 'Group' di Google, potranno usare i gruppi per invitare gli studenti in Classroom. E ancora, gli insegnati possono impostare i permessi su quello che la classe può o non può postare o commentare all'interno del gruppo. Inoltre, gli insegnanti potranno monitorare tutti i compiti assegnati grazie alla nuova funzione "fatto" disponibile per i compiti come ad esempio leggere un capitolo o portare a termine un test. Infine, i docenti potranno esportare in qualsiasi momento i voti di tutti i compiti in qualsiasi tipo di registro venga utilizzato a scuola e ordinare gli studenti per nome o cognome, a seconda delle necessità.

Una delle prime scuole ad aver introdotto l'uso in classe di Classroom è la Fontbonne Hall Academy di Brooklyn, in New York. Un'insegnante di 60 anni, suor Rosemarie DeLoro, ha scoperto che il servizio gratuito rende più facile assegnare i fogli di lavoro digitali agli studenti della sua classe e fornire un feedback diretto. Suor Rosemarie ha detto, "Non si può rimanere andando avanti ad insegnare con i vecchi modi."

Al fine di mantenere la privacy degli studenti, Classroom è senza pubblicità ed i dati raccolti non saranno utilizzati per scopi di marketing. Il servizio è disponibile in 42 lingue e, secondo il gigante tecnologico, "funziona bene" sulla maggior parte dei dispositivi mobili.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?