HP rilascia webOS 3.0.5 Release Candidate 1

 

Anche se il futuro della piattaforma sembra andare male, HP intende prendersi cura di webOS e dei suoi utenti per il momento

Scritto da Simone Ziggiotto il 10/12/11 | Pubblicata in HP | Archivio 2011

 

Palm HPAnche se il futuro della piattaforma sembra andare male, HP intende prendersi cura di webOS e dei suoi utenti per il momento.

Stando alle informazioni che giungono da PreCentral.net, HP ha rilasciato la versione webOS 3.0.5 per i membri del programma Early Access, appena due mesi dopo il rilascio dell'aggiornamento 3.0.4.

Come i precedenti aggiornamenti, 3.0.5 si concentra principalmente sulla correzione dei bug presenti nel sistema operativo. L'update include anche una nuova API per le applicazioni PDK, supporto video HTML5 in tutti gli orientamenti dello schermo, doppio spazio per un periodo in fase di scrittura del teso, tra le altre cose.

HP webOS

L'aggiornamento si dice che sia una Release Candidate 1, che indica la versione finale prima del rilascio per il resto degli utenti, probabilmente prima della fine dell'anno.

HP: webOS diventa software open source

 
Il lancio di TouchPad e dei due terminali con sistema operativo webOS per Hewlett-Packard (Hp Pre 3 e Hp Veer), si sa, si è rivelato tutt'altro che un successo.
Infatti poco più di un mese fa arrivava la notizia che per il tablet era stata interrotta la produzione e che i negozi webOS al dettaglio stavano chiudendo i battenti. La società che aveva annunciato ufficialmente di cambiare strategia di mercato, accantonando la realizzazione di nuovi dispositivi con la piattaforma un tempo di Palm.
 
Qual è stato il risultato? Prezzi stracciati per tutti gli ultimi prodotti in vendita e chiusura in toto della divisione dedicata al sistema operativo mobile che, ricordiamo, era stato acquistato poco più di un anno fa alla 'modica' cifra di 1,2 miliardi di dollari.
 
Venerdì è arrivato un annuncio interessante: la piattaforma webOS entra a far parte della comunità software open source. Nonostante non verranno più realizzati nuovi hardware aventi a che fare con webOS, l'assistenza e lo sviluppo del sistema operativo proseguirà.
 
La società ha la speranza che la mossa serva a dal libero sfogo alla creatività degli sviluppatori, così come avviene ormai da anni con Android di Google. Tuttavia c'è un'enormità tra le due situazioni, in quanto Android è leader del mercato, mentre webOS detiene una percentuale marginale.
Nonostante sia ora open source, qualcuno avrà interesse a sviluppare applicazioni webOS?
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?