HP, crescono i Licenziamenti di altre 5.000 unita'

 

Sono altre 5

Scritto da Maurizio Giaretta il 02/01/14 | Pubblicata in HP | Archivio 2014

 

HP, crescono i Licenziamenti di altre 5.000 unita'

Sono altre 5.000 le persone che perderanno il posto di lavoro in HP nel 2014. Il numero di licenziamenti programmati dalla società sale dunque a quota 34.000.

Non sarà un felice anno nuovo per cinquemila dipendenti che, secondo quanto è stato anticipato inizialmente da Business Insider, nel nuovo anno non rientreranno più nei piani aziendali di Hewlett-Packard.

Il dato arriva dal report annuale che è stato comunicato lunedì alla Securities and Exchange Commission statunitense, nel quale il numero di tagli previsti è salito rispetto alle stime precedenti di Luglio, che erano ferme a quota 29.000 unità.

34.000 dipendenti corrispondono a circa l'11% della forza lavoro aziendale, che alla fine di Ottobre 2013 ha toccato quota 317.500 persone.

La società guidata dalla CEO Meg Whitman sta agendo in maniera così drastica per contenere le perdite dovute dal calo delle vendite dei personal computer. Questa decisione rientra in un piano di ristrutturazione pluriennale che è cominciato nel 2012, che inizialmente prevedeva il taglio di 27.000 unità.

Un'altra carta per tornare competitivi può essere quella di tornare a partecipare nell'affollato settore dei dispositivi mobili. Questa sarà presto giocata (alcuni avevano azzardato addirittura entro la fine del 2013), infatti è previsto a breve l'annuncio di un phablet e di un tablet a basso costo.

HP licenzia 7095 dipendenti in Europa

HP fa il punto della situazione per quanto riguarda il piano di “ristrutturazione” annunciato lo scorso 2012 che terminerà nel 2014, sono previsti oltre 7000 licenziamenti che per il maggior numero colpiranno la divisione “Enterprise Service”.
 
Il piano di ristrutturazione annunciato dall’azienda di Meg Withman presentato durante il mese di Giugno 2012 prevede un taglio totale di 27 mila posti di lavoro in due anni.
La redazione di “The Register” ha dichiarato che proprio in questi giorni è stata presentata un’altra proposta al Comitato Aziendale Europeo (CAE) in cui viene proposto l’immediato taglio di 7095 dipendenti che verrebbero lasciati a casa, mandati in prepensionamento con diversi incentivi o distribuiti in nuovi ruoli.
Stando a queste ultime segnalazioni il numero di licenziamenti supererebbe praticamente del 15 percento quello prefissato inizialmente, un duro colpo per gli operai dell’azienda.
 
Grazie alla lettera inviata all'organismo sindacale riusciamo ad apprendere che circa 6mila dei 7095 dipendenti sono impiegati nella divisione Enterprise Services (che in Europa conta complessivamente 35mila dipendenti), mentre 340 lavorano nel Customer Delivery Services (CDS).
HP ha dichiarato ufficialmente che l’obiettivo di questo piano di ristrutturazione è quello di tagliare sensibilmente i costi entro il 2014 per utilizzare il denaro nel settore ricerca e sviluppo e cercare di rilanciare l’azienda. 
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?