Nexus 5: Autonomia Soddisfacente, Non Ottima

 

Per essere d'aiuto agli utenti nel formularsi un'idea di come effettivamente sia l'autonomia del nuovo Lg Nexus 5, abbiamo raccolto i dati che sono stati pubblicati da 5 autorevoli siti

Scritto da Maurizio Giaretta il 08/11/13 | Pubblicata in Lg Electronics | Archivio 2013

 

Nexus 5: Autonomia Soddisfacente, Non Ottima

Per essere d'aiuto agli utenti nel formularsi un'idea di come effettivamente sia l'autonomia del nuovo Lg Nexus 5, abbiamo raccolto i dati che sono stati pubblicati da 5 autorevoli siti. Ciò che viene detto, in sintesi, è che la durata della batteria sembra essere nella media, o forse un pelo sopra, ma nulla di più.

Su Nexus 4 una delle note più dolenti da tenere in considerazione era stata proprio l'autonomia. Nonostante uno schermo a 4,7 pollici in alta definizione 720p, il telefono aveva integrata una batteria da 2100 mAh. Non è che si scaricasse in fretta, ma di sicuro non eccelleva. E ciò non è che sia una cosa normale per un telefono che dovrebbe essere stato il fiore all'occhiello di Google e che avrebbe dovuto poter competere contro telefoni di vertice come Apple iPhone 5 o Samsung Galaxy S3.

Quest'anno le cose sono leggermente cambiate. C'è stato un lieve miglioramento - infatti si è passati da 2100 a 2300 mAh - , tuttavia sono aumentate anche alcune specifiche hardware. Per esempio ora lo schermo da alimentare ha una diagonale a 5 pollici e risoluzione Full HD 1080p. Il risultato è pressappoco simile a quello del 2012.

Lg G2

Nexus 5 si ispira fortemente a Lg G2 (nella foto sopra), migliorandolo sotto alcuni aspetti e peggiorandolo sotto altri. Se è vero che per fortuna non sono stati mantenuti i pulsanti posteriori e che sono stati ripristinati quelli sulla cornice, prendiamo atto anche che non c'è più la fotocamera a 13 Megapixel (che ha lasciato il posto a quella da 8 Mpx) così come non c'è più la batteria da 3000 mAh (che come anticipato ha lasciato il posto a quella 2300 mAh).

Ora esaminiamo i dati che abbiamo raccolto da 4 autorevoli siti del settore.

Engadget ha svolto il test standard, che consiste nella riproduzione di un video HD fino all'esaurimento completo del telefono. La durata è stata di 7 ore e 20 minuti. Per un uso normale, ovvero costituito dalla consultazione delle email e delle app social, dallo scatto di alcune foto e dalla registrazione di video, dal guardare Netflix per un'ora e nel leggere diversi articoli sul browser Chrome, è stato possibile agguantare le 12 ore.

Con LG G2 il confronto non regge

ArsTechnica ha compiuto un test consistito nel caricare ogni 15 secondi pagine web rimanendo allacciati alla rete WiFi al 50% della luminosità dello schermo. Nexus 5 si è spento dopo 6 ore e 40 minuti.

Il grafico è più interessante poichè consente di fare il confronto anche con altri modelli. Si può vedere che le cose sono leggermente migliorate rispetto a Lg Nexus 4, che è arrivato a 6 ore e 27 minuti. Ma al fianco di Apple iPhone 5S (8 ore e 27 minuti) e di Samsung Galaxy S4 (8 ore e 44 minuti) la differenza è evidente. Con Lg G2 (+73% di autonomia), invece, il confronto proprio non regge.

Dopo aver analizzato i test fatti da Engadget e da ArsTechnica (nei quali è emerso che il confronto con Lg G2 non regge proprio), continuiamo a prendere in considerazione le prestazioni della batteria di Lg Nexus 5.
 
TheVerge fa notare che "è difficile capire come opera la batteria. Un giorno dura meno di 8 ore in uso moderato. il successivo, ne dura più di 16". Chiaro elemento che richiede energia è lo schermo, ampio e ad alta definizione, che in alcuni casi arriva a essere responsabile anche del 60% del consumo. "L'autonomia, anche se non perfetta, sembra essere buona abbastanza da durare l'intera giornata lavorativa".
 
AndroidCentral nelle prime impressioni l'ha definita "accettabile, ma non grandiosa". Nel primo giorno di test, dopo 12 ore di uso considerato "da moderato a intenso" è stato raggiunto il livello del 19%. Dal grafico (a sinistra) si nota che è rimasto sempre acceso il WiFi, a volte l'HSPA+, il GPS e che lo schermo è stato usato abbastanza, che è stato fatto uso "pesante" della fotocamera, che sono state ascoltate delle canzoni su Play Music e che sono state fatte un paio di chiamate brevi.
 

 
Nel secondo giorno di uso "misto", dopo 9 ore la percentuale era ferma ancora al 45%. Purtroppo il sito non è più accurato di così e quindi non abbiamo tra le mani dei risultati molto oggettivi.
 
Si consideri inoltre che la batteria non è rimovibile

Purtroppo c'è da prendere in considerazione il fatto che la batteria non è sostituibile, a differenza di come accade invece su altri telefoni Android di primo livello. Ciò significa che se si danneggia la batteria (o diventa meno efficiente a causa dell'usura), bisogna sostituire l'intero telefono. Questo è un limite importante e da tenere in considerazione.

Nexus 5 comunque ha un prezzo decisamente allettante

Tutti questi aspetti fanno storcere il naso se si vuole considerare il telefono assieme agli altri primi della classe. Perchè, ci domandiamo, Google non decide di gettarsi a capofitto nella sfida con altri telefoni come Samsung Galaxy S4 o Apple iPhone 5S e invece si ferma a metà strada? Ogni anno si spera che ci siano migliorie definitive e invece sono solo parziali. Probabilmente per esserne pienamente soddisfatti dovremo aspettare un altro anno...
 
Tuttavia Nexus 5 ha l'enorme vantaggio di essere offerto a un prezzo decisamente inferiore rispetto alla concorrenza: 349 euro per la versione 16 GB e 399 euro per quella 32 GB (purtroppo la memoria non è espandibile, altra pesante limitazione). Ciò significa che, considerate le caratteristiche tecniche e il fatto che offra un'esperienza d'uso Android 'pura' (con aggiornamenti del sistema operativo per almeno 2 anni), lo smartphone è sicuramente il migliore per la sua fascia di prezzo.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?