LG G3 avrebbe voluto essere Migliore di cosi'

 

Nel nuovo G3 LG avrebbe voluto rendere i bordi ancora più sottili, in maniera da realizzare un telefono il cui schermo andasse da lato a lato

Scritto da Maurizio Giaretta il 06/06/14 | Pubblicata in Lg Electronics | Archivio 2014

 

LG G3 avrebbe voluto essere Migliore di cosi'

Nel nuovo G3 LG avrebbe voluto rendere i bordi ancora più sottili, in maniera da realizzare un telefono il cui schermo andasse da lato a lato. Purtroppo non è stato possibile farlo e il capo degli ingegneri della società ha spiegato perchè.

Un alto rapporto schermo / superficie è un imperativo quando si ha a che fare con uno smartphone il cui display ha una diagonale di 5,5 pollici. Ciò significa renderlo, nonostante le dimensioni importanti, il meno ingombrante possibile e significa facilitarne l'uso. Proprio per questo motivo il team di ingegneri che ha lavorato su G3 avrebbe voluto ottenere un rapporto più possibile vicino all'1 e invece ha dovuto accontentarsi di un più blando (ma rispettabile) 76,4%.

"La mia intenzione iniziale era quella di avere una cornice ancor più sottile", ha spiegato il vice presidente dell'LG Mobile Communications Design Lab, Chul Bae Lee, a Trusted Reviews. Purtroppo ciò non è stato possibile e le aspettative sono state tradite.

"Per farci stare questo schermo spazioso, è necessario che i bordi siano molto sottili. Ho insistito con i miei ingegneri per farli sempre più sottili. Loro sono tutti amici miei, ma hanno disatteso le mie aspettative. Questo comuque è il meglio che sia possibile fare oggi". Il vero limite dunque è l'avanzamento tecnologico (che, dunque, è avanzato ma non troppo).

Gli sforzi hanno fatto si che il successore di Lg G2 (nella foto sotto) fosse uno dei telefoni migliori in circolazione in termini di rapporto schermo superficie. I margini comunque non potrebbero essere stati più piccoli: Bae Lee fa intendere che questa sarà la dimensione massima che potremo vedere prima che si passi a uno schermo in grado di andare completamente da lato a lato.

"La progettazione è un'arte del compromesso. Se avessi fatto i margini più sottili, sarebbero stati molto fragili e ciò avrebbe inciso sui nostri standard di qualità. Inoltre renderli più sottili avrei dovuto pensare a uno schermo più spesso; così ho dovuto bilanciare i fattori. Duque per me il compromesso migliore è quello che abbiamo ottenuto".

Lg G2

Lo schermo è un innovativo 5,5 pollici con risoluzione Quad HD, che porta con se una (eccessiva) densità di 538 punti per pollice. Il design Floating Arc inoltre è bilanciato ed ergonomico e imita il metallo patinato (in realtà è policarbonato). E' presente un unico tasto fisico posteriore, posizionato sotto l'obiettivo della fotocamera (13 Mpx con mirino a infrarossi e stabilizzatore ottico OIS+).

Altre caratteristiche includono il processore Snapdragon 801 quad core, 2 GB RAM per la versione 16 GB o 3 GB RAM per quella 32 GB, alloggio per schede microSD fino a 128 GB, batteria rimovibile da 3.000 mAh, sistema operativo Android 4.4.2 KitKat con interfaccia 2D. Smart Keyboard e Knock Code, spessore di 8,9 millimetri, peso 149 grammi, rete 4G LTE.

LG G3: grado di Riparabilita' molto Elevato

 
Lg G3 è uno smartphone che può ha ottenuto un alto indice di riparabilità.
 
Il sito uBreakiFix, specializzato nella riparazione di dispositivi hi-tech, si è occupato di dare uno sguardo agli interni del telefono e con piacere ha scoperto che il lavoro è stato meno difficoltoso del previsto. La versione di G3 che è stata presa in esame è quella disponibile per il mercato coreano.
 
Una volta completato il procedimento, il verdetto è stato il seguente: 8 punti su 10 nella scala di riparabilità. Ciò significa che in caso di rotture, se si ha un attimo di dimestichezza e non si vogliono spendere decine di euro presso un centro specializzato, si può tentare la riparazione fai da te.
 

 
L'immagine predecente mostra la scheda madre in dettaglio. In rosa è evidenziato il chip Broadcom BCM4339 5G WiFi; in rosso il trasmettitore Qualcomm WTR1625L RF; in verde il chip di supporto Qualcomm WFR1620; in verde acqua l'amplificatore di potenza Avago ACPM-7700; in arancione la RAM da 2/3 GB LPDDR3 SK Hynix, posata sul processore quad core a 2,5 GHz Snapdragon 801; in giallo ANX7812 USB SlimPort Tx IC; in blu la gestione di ricarica della batteria Texas Instruments BQ24296 battery e il sistema di alimentazione.
G3 è stato presentato alla stampa martedì 27 Maggio (leggi: "LG G3 ufficiale: specifiche, foto, video nuovo LG G3").
 

LG G3, secondo i primi test batteria migliore di G2
 

Spuntano in rete dei primi test riguardanti l’autonomia della batteria di Lg G3 che parlano di prestazioni migliori rispetto al precedente modello Lg G2, analizziamo il tutto insieme.
LG G2 si è differenziato dalla concorrenza grazie alla sua batteria da 3000 mAh che accoppiata ad un software ottimizzato a regola d’arte offre ancora oggi un’autonomia eguagliata solamente da alcuni Phablet.
 

 
LG G3 adotta un display più grande, più risoluto ed una batteria praticamente identica a quella che troviamo nel “vecchio” modello, come è possibile allora riscontrare una durata maggiore?

Ottimizzazione, questa è la parola chiave di tutto dato che un’Hardware potente non serve a niente se il Software non è sviluppato a dovere.
 
Certo dobbiamo ammettere che non siamo proprio sicuri al cento per cento della veridicità del test effettuato dai ragazzi di PhoneArena dato che per esempio LG G2 viene menzionato come meno longevo per quanto riguarda l’autonomia rispetto ad Htc One M8Sony Xperia Z2 e Samsung Galaxy S5 quando in realtà non è affatto così.
 
Per il momento dobbiamo basarci solo su queste informazioni, non appena avremo il dispositivo tra le mani metteremo sotto torchio tutti i vari aspetti per far luce su quello che potrebbe diventare il Top di gamma di riferimento del 2014.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?