Smartphones: la nuova tecnologia che raddoppia l'autonomia

 

Gli smartphones sono sempre più potenti e per funzionare richiedono costantemente una mole più elevata di energia

Scritto da Maurizio Giaretta il 08/11/12 | Pubblicata in Long Term Evolution | Archivio 2012

 

Gli smartphones sono sempre più potenti e per funzionare richiedono costantemente una mole più elevata di energia. Schermi ad alta definizione, processori quad core, fotocamere a 8 o a 12 Megapixel richiedono in batterie almeno da 1800, 2000 o più mAh.

Ad aggiungersi all'elenco c'è la rete 4G di ultima generazione che, funzionando su frequenze più elevate, richiede un dispendio di energia maggiore. Tuttavia una startup sta testando un sistema in grado di aumentare l'efficienza e di raddoppiare l'autonomia, risolvendo così un problema che perdura da decenni.

Gli smartphones attuali hanno degli amplificatori di segnale, ovvero delle componenti che convertono l'elettricità in segnale radio, altamente inefficienti. Questi, di conseguenza, provocano un notevole spreco di energia dei ripetitori del segnale cellulare.

Per esempio gli amplificatori segnati con un puntino rosso nell'immagine da soli incidono per il 60% sul consumo totale di batteria di un iPhone 5. Il consumo è elevato (ci si accorge anche perchè il telefono si scalda) quando guardiamo video in streaming, quando si inviano files, o comunque quando si usano questi amplificatori.

Una tecnologia più efficiente potrebbe dare un taglio ai consumi - e agli sprechi. A Cambridge, in Massachusetts, una società chiamata Eta Devices che lavora in sinergia con il Massachusetts Institute of Technology, afferma di aver risolto una volta per tutte questo annoso problema.

La soluzione è merito di un nuovo tipo di amplificatore, con design riprogettato, in grado di dimezzare i consumi.

I docenti a capo di questo progetto sperano di poterlo presentare già al Mobile World Congress 2013 (a fine Febbraio). La commercializzazione potrebbe divenire effettiva già l'anno prossimo e punterebbe ai ripetitori di segnale LTE.

Per ulteriori informazioni, consigliamo di leggere questo articolo.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?