ATeT dice No alla Long Term Evolution, Punta su Hsdpa

 

L'operatore mobile americano AT&T ha annunciato che al momento, a differenza di quanto hanno fatto i concorrenti Verizon Wireless e Sprint, non intende migrare agli standard della tecnologia della prossima generazione Long Term Evolution (LTE)

Scritto da Maurizio Giaretta il 23/12/08 | Pubblicata in Long Term Evolution | Archivio 2008

 

L'operatore mobile americano AT&T ha annunciato che al momento, a differenza di quanto hanno fatto i concorrenti Verizon Wireless e Sprint, non intende migrare agli standard della tecnologia della prossima generazione Long Term Evolution (LTE).

Mark Siegel di AT&T infatti, durante un'intervista a RCR Wireless, ha dichiarato che la rete attuale HSDPA (terza generazione e mezza, successiva a quella UMTS) può ancora essere implementata e che la LTE può ancora attendere. La compagnia infatti vuole concentrare i suoi sforzi sull'aggiornamento della rete dalla tecnologia HSPA a quella HSPA+ (che dovrebbe consentire velocità di trasferimento dati fino a 21 Mbps.

La Long Term Evolution è una tecnologia che dovrebbe garantire una velocità di trasferimento dati fino a 100 Mbps.

Verizon Wireless invece ha comunicato l'intenzione di lanciare i primi servizi LTE dal prossimo anno. Questa mossa azzardata potrebbe rendere l'operatore il primo in tutto il mondo a utilizzare la tecnologia LTE di prossima genereazione.

Nel frattempo Sprint, assieme a Clearwire, ha lanciato il mobile WiMAX, una tecnologia che da molti è considerata la rivale per eccellenza della LTE.

USA: ATeT lancia taglia da 250.000 dollari contro vandali della fibra ottica

 
L'operatore americano AT&T ha annunciato l'istituzione di una taglia di ben 250.000 dollari per chiunque fornisca informazioni utili a trovare i vandali (o meglio i delinquenti) responsabili del taglio di alcune linee a fibra ottica a San Jose in California che hanno creato disservizi e blocchi di linea a miglia di clienti.

At&T offrirà 100.000 dollari subito per chiunque fornisca informazioni utili e 250.000 dollari per individuare il colpevole, avviando cosi la tolleranza zero verso chiunque danneggi la rete di telecomunicazioni wireless, già manomessa in passato.
 

ATeT vuole portare la rete Usa in Hsdpa entro il 2011

 
AT&T ha annunciato un piano per raddoppiare la capacità e la velocità della propria rete 3G entro il 2011.

Il secondo più grande operatore americano investirà ben 18 miliardi di dollari, pari a circa 15 miliardi di euro, per operazioni di ammodernamento e sviluppo della rete realizzando 370 nuove reti wireless metropolitane.

Lo sviluppo prevede di modificare l'intera rete su sistema Hsdpa fino a 7.2 Mbps rispetto ai 3 Mbps di oggi forniti dall'attuale rete 3G.
L'ampliamento di rete permetterà quindi di supportare un maggior carico di dati e incrementare la velocità media di navigazione.

Dal 2010 invece AT&T ha già annunciato l'avvio dello sviluppo della nuova rete LTE (Long Term Evolution) che sarà operativa per il 2011 e rappresenta una sorta di rete intermedia tra wireless a lungo raggio e wifi.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?