Microsoft: il riconoscimento vocale Siri non e' nulla di speciale

 

La rivista economica Forbes ha avuto modo di intervistare Craig Mundie, chief strategy & Research Officer presso la divisione Mobile di Microsoft, e alcune delle domande sono state focalizzate su quale sia il suo punto di vista su Siri

Scritto da Gabriele Coronica il 29/11/11 | Pubblicata in Microsoft | Archivio 2011

 
La rivista economica Forbes ha avuto modo di intervistare Craig Mundie, chief strategy & Research Officer presso la divisione Mobile di Microsoft, e alcune delle domande sono state focalizzate su quale sia il suo punto di vista su Siri.

Secondo quanto dichiarato da Mundie, il riconoscimento vocale dell'iPhone 4S non è nulla di speciale, visto che una funzionalità simile esisteva già da un anno su Windows Phone 7:

"La gente si è infatuata con l’annuncio di Apple. E’ solo buon marketing, ma almeno dal punto di vista della capacità tecnologica, occorre sottolineare che Microsoft possiede simili capacità nei suoi Windows Phone da più di un anno, fin dalla introduzione del Windows Phone 7."


Il dirigente ha poi aggiunto: "Puoi prendere il tuo telefono e dirgli “invia un SMS a Eric” e dettare quello che vuoi dirgli, mentre viene trascritto. Puoi cercare qualunque cosa attraverso Bing pronunciando semplicemente delle parole. Voglio dire, è già tutto lì. Tutto perfettamente funzionante; è lì da almeno un anno."

Vi ricordiamo che la Beta attuale di Siri supporta soltanto le lingue inglese, francese e tedesco, e dovremo attendere il 2012 per provare la versione in italiano.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?