Microsoft al lavoro per smartphone con display su entrambi i lati

 

Microsoft ha depositato il brevetto per una nuova tipologia di smartphone con display su entrambi i lati

Scritto da Maurizio Giaretta il 23/04/12 | Pubblicata in Microsoft | Archivio 2012

 

Microsoft ha depositato il brevetto per una nuova tipologia di smartphone con display su entrambi i lati. Se una delle chiavi della sopravvivenza è l'evoluzione, gli ingegneri della società di Redmond potrebbero aver compiuto un deciso passo in avanti.

L'idea è stata depositata presso l'US Patent and Trademark Office. Potenzialmente è compatibile con ogni sorta di dispositivo mobile e pertanto potrebbe essere applicata anche sui tablet, sui lettori multimediali, sui computer portatili del futuro. Si tratterebbe dunque di una nuova evoluzione dell'interfaccia utente.

La tecnologia dello schermo posteriore - Sebbene negli ultimi anni gli schermi dei telefonini siano diventati sempre più spaziosi, nel caso dei touchscreen inglobando anche la tastiera fisica, esiste ancora una porzione di superficie da non sottovalutare che non viene utilizzata. Pertanto il gruppo di ricerca della società di Redmond ha pensato a uno schermo secondario a basso consumo per i dispositivi del futuro. Lo schermo sarebbe di tipo e-ink (che attualmente è usato sugli eReaders) e si aggancerebbe direttamente ai margini del telefono.

Consumi migliorati - L'inchiostro digitale richiede una bassa energia per il funzionamento e inoltre è visibile anche se ci si trova all'aperto in una giornata assolata. Lo schermo consentirebbe di fornire una serie di informazioni aggiuntive, per esempio l'ora, la notifica per la ricezione di chiamate e messaggi e altro ancora. Si pensi a tutte le volte che si sblocca lo schermo di uno smartphone solo per consultare l'ora o per vedere se sono arrivati messaggi. Il nuovo display potrebbe essere d'aiuto per aumentare l'efficienza energetica del dispositivo.

Due schermi, due processori - Lo schermo secondario potrebbe avere anche un processore dedicato. Questo, che sarebbe a basso voltaggio così come lo schermo, consentirebbe all'"altra parte del telefono" di rimanere in modalità standby. Anche questo fattore andrebbe a vantaggio dell'autonomia. Oppure potrebbe essere usata per la visualizzazione della versione a bassa risoluzione di alcuni contenuti del telefono.

Questo brevetto è stato depositato da Microsoft ancora nell'ultimo trimestre del 2010, tuttavia è stato pubblicato dall'US Patent and Trademark Office questo mese.

Nokia GEM concept


 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?